Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marche: consiglio regionale, il centrodestra ottiene il premio di maggioranza. Tutti gli eletti (assegnazione provvisoria)

Diciannove i consiglieri a supporto del presidente Francesco Acquaroli. Undici gli esponenti di minoranza. Entra anche Maurizio Mangialardi. Resta fuori il pentastellato Gian Mario Mercorelli

La seduta celebrativa del consiglio regionale sui 50 anni della Regione Marche

ANCONA – Conferme e sorprese nel nuovo consiglio regionale. A partire dei candidati governatori. All’opposizione di Francesco Acquaroli, sugli scranni dell’Assemblea Legislativa delle Marche, ci sarà solo Maurizio Mangialardi (che toglie il posto a Italia Viva). Non ce l’ha fatta, invece, Gian Mario Mercorelli del Movimento 5 Stelle. Restano fuori anche Roberto Mancini di Dipende da Noi e gli altri pretendenti in corsa. I calcoli sono ancora in corso, e qualche nominativo potrebbe cambiare nella fase di verifica.

Diciannove i componenti della maggioranza a sostegno del presidente Francesco Acquaroli. A farla da padrona è la Lega con otto consiglieri. Entrano in aula Mirco Carloni, Chiara Biondi, Filippo Saltamartini, Mauro Lucentini, Andrea Maria Antonini, Luca Serfilippi, Mirko Bilò, Renzo Marinelli. Restano fuori i consiglieri uscenti Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia e Luigi Zura Puntaroni. Il secondo gruppo, con sette consiglieri, è quello di Fratelli d’Italia con Francesco Baldelli, Carlo Ciccioli, Elena Leonardi, Andrea Putzu, Guido Castelli, Marco Ausili e Pierpaolo Borroni. Due esponenti per Forza Italia, la consigliera uscente Jessica Marcozzi e Gianluca Pasqui. Un consigliere a testa per Civitas Civici (Giacomo Rossi) e per i Popolari Marche (Dino Latini).

Relativamente alla minoranza consiliare, saranno undici i componenti. Per il Pd, il gruppo più cospicuo, entrano, oltre al candidato governatore Mangialardi, il presidente uscente del consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo e gli ex assessori Manuela Bora, Anna Casini e Fabrizio Cesetti. Quindi, Micaela Vitri e gli ex consiglieri Andrea Biancani e Francesco Micucci. Per il Movimento 5 Stelle, Marta Ruggeri e Simona Lupini. Un consigliere anche per Rinasci Marche (Luca Santarelli). Resta fuori, come detto, il partito di Renzi, che cede il posto al candidato governatore del centrosinistra.