Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Il Coni celebra la giornata nazionale dello sport

Domenica 3 giugno in varie zone delle Marche il Coni celebra lo sport, uno dei valori più importanti della comunità. Il presidente regionale Fabio Luna: «Sfruttiamo questo momento per dire grazie a chi quotidianamente si mette a disposizione»

Nelle Marche si festeggia la giornata dello sport promossa dal Coni

ANCONA- Lo sport che difende la natura. E’ questo lo slogan della XV Giornata nazionale dello sport che, domenica 3 giugno, interesserà tutte le Marche. Nell’evento promosso dal Coni si parlerà di sostenibilità ambientale, incentrandosi sulle responsabilità che lo sport dal punto di vista dell’educazione ha nei confronti dell’ambiente che ci circonda. A rispondere all’appello tantissime associazioni e società sportive che, in collaborazione con i Comitati provinciali, proporranno giochi e  iniziative per coinvolgere sportivi di tutte le età.

C’è una novità nell’edizione di quest’anno. Ad essere coinvolte saranno anche le Comunità italiane all’Estero. Nello specifico ogni delegato CONI in Argentina, Brasile, Canada, Stati Uniti, Svizzera e Venezuela organizzerà iniziative promozionali sul proprio territorio in contemporanea a quello che accadrà in Italia e nelle Marche.

Nella provincia di Ancona, oltre al capoluogo dorico aderiscono i Comuni di Offagna,  Genga, Sassoferrato, Serra San Quirico e Cerreto d’EsiMontemarciano e Maiolati Spontini, Senigallia, Osimo e Jesi. Particolarmente ricco il programma di Fabriano con esibizioni di vari sport come atletica, calcio, calcio a 5, ciclismo, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, karate, kung fu, mountain bike, nuoto, pallacanestro, pallavolo, pattinaggio, pattinaggio artistico, rugby, scherma, taekwondo, tennis, tennis tavolo, twirling, giochi di una volta, maneggio della bandiera, percorso avventura, attività di piccolo circo in movimento, scacchi.

«Come ogni anno la Giornata nazionale dello Sport rappresenta un momento fondamentale per diffondere capillarmente sul territorio la cultura sportiva – sono le parole del presidente del CONI Marche, Fabio Luna – Le Marche sono una delle regioni con la più numerosa e qualificata offerta sportiva d’Italia, potendo contare anche sull’impegno di quanti, spesso senza alcun ritorno economico, mettono al servizio della comunità la loro esperienza, le loro conoscenze, il proprio tempo. È anche per dire grazie a loro che ogni anno si festeggia, anche sul territorio regionale, la Giornata nazionale dello Sport. Lo sport, infatti, è qualcosa che va oltre la singola gara o il singolo campionato. È uno dei valori su cui si misura il progresso di un Paese e di una comunità in termini culturali, civici, di salute e benessere, di educazione e da quest’anno possiamo dire anche di tutela dell’ambiente. Non a caso da quest’anno si è deciso di coinvolgere anche le delegazioni straniere dei sei Paesi riconosciuti dal CONI nelle celebrazioni della Giornata, per creare quel senso di comunità e di valori condivisi anche con gli italiani ed i marchigiani, molti, residenti all’estero».