Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Confindustria Marche premia i giovani. A Cupra Marittima la conviviale di Natale

Oltre 300 gli imprenditori che hanno partecipato alla conviviale. Tante anche le autorità presenti. Tra i premiati, Elisa Lanciotti, Emanuele Palmarini e Fabio Andrenacci

ASCOLI PICENO – Oltre 300 imprenditori per la conviviale dei soci di Confindustria provenienti da tutte le territoriali marchigiane. Per l’occasione si sono ritrovati insieme per la prima volta giovani e senior. Ad ospitare l’iniziativa, nata per scambiarsi gli auguri di Natale e per consegnare gli ormai tradizionali premi “Giovane Imprenditore”, “Imprenditore Giovane” e “Tecnologia e Innovazione”, Villa Vinci Boccabianca di Cupra Marittima.

Presenti tutti i vertici del sistema Confindustriale delle Marche guidato dal presidente regionale Claudio Schiavoni – anche presidente di Marche Nord – affiancato dai colleghi presidenti di Centro Adriatico Simone Mariani, di Macerata Gianluca Pesarini, nonché dai vicepresidenti rispettivamente di Marche Nord Mauro Papalini e di Centro Adriatico Giampietro Melchiorri, dai rispettivi direttori e da una folta rappresentanza dei Gruppi Giovani, capitanati dalla presidente regionale Simona Reschini coadiuvata nell’organizzazione da Elisa Scendoni, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Centro Adriatico.

Tante anche le autorità presenti. Tra queste, i quattro prefetti Antonio D’Acunto di Ancona, Vincenza Filippi di Fermo, Iolanda Rolli di Macerata e Rita Stentella di Ascoli Piceno; presente anche l’assessore al Turismo della Regione Moreno Pieroni, il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini e il direttore commerciale Imprese Direzione Regionale Emilia Marche Abruzzo Molise – Intesa Sanpaolo – Stefania Bergamaschi.

La consegna dei premi ha rappresentato il momento clou della serata, organizzata quest’anno dai Giovani Imprenditori di Confindustria Centro Adriatico.

Il premio “Giovane Imprenditore” è stato assegnato a Elisa Lanciotti del Calzaturificio Lancio Srl di Montegranaro, azienda nata nel 1976 nel cuore del distretto calzaturiero fermano che ben presto si è affermata come marchio Made in Italy fondato su pilastri di tradizione, creatività e passione. L’azienda, cresciuta e arricchita dalla seconda generazione, pur restando a carattere familiare, è arrivata gradualmente ad emergere sui principali mercati internazionali, dapprima su quelli nord europei e nord americani, e attualmente riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

La motivazione del premio: «Per essersi distinta all’interno del Movimento dei Giovani Calzaturieri ottenendo il ruolo di Presidente nazionale. Orgoglio del nostro territorio marchigiano».

Il premio “Imprenditore Giovane” è stato conferito a Fabio Andrenacci di Mare Più S.r.l. di Altidona, azienda nata nel 1988 in un piccolissimo laboratorio artigiano che si sta distinguendo nel settore ittico surgelato grazie ad un’offerta di prodotti innovativi per il canale catering e per le lavorazioni ad alta manualità integrate con un livello spinto di automazione nelle linee produttive grazie ai robot. Fabio Andrenacci condivide la direzione dell’azienda con suo fratello Gianluca e sua madre Oriana Nociaro che ha ritirato il premio per il figlio «Per il coraggio ed il dinamismo con i quali ha saputo far diventare “mare più”, un’eccellenza italiana del settore agroalimentare. Vanto del nostro territorio marchigiano».

Infine il premio “Tecnologia e Innovazione” è stato attribuito a Indamac s.r.l. di Ascoli Piceno, una giovane e dinamica azienda specializzata nella costruzione e progettazione di macchine all’avanguardia per lavanderie industriali nei settori della ristorazione, delle strutture ricettive, sanitarie e sportive. Grazie ad un’attività costante di ricerca e sviluppo, Indemac ha fatto registrare negli ultimi anni incrementi record di fatturato, diventando azienda leader con una fortissima vocazione all’export visto che il 75% dei macchinari realizzati sono destinati ai mercati esteri. Ha ritirato il premio il Fondatore dell’azienda, Emanuele Palmarini. «Per essere diventata azienda leader nella costruzione e progettazione di macchine altamente innovative per lavanderie industriali. Futuro del nostro territorio marchigiano».

Nel corso della serata sono stati presentati anche i 10 finalisti della prima edizione regionale del progetto “E se funzionasse?” per il supporto all’avvio di nuove imprese.

Main sponsor della serata è stata Intesa Sanpaolo.

La cena è stata elegantemente organizzata da Top Catering.