Concerto sold out. Il “miracolo pop” di Cesare Cremonini ha conquistato tutti (LE FOTO)

Con il suo sorriso contagioso, la grinta di sempre e le scarpe glitterate, il cantautore bolognese ha emozionato ieri sera il pubblico del PalaPrometeo. Quasi due ore e mezza di live, 24 brani in scaletta e la conferma di un musicista, autore, show-man, unico per stile e talento

ANCONA – Dalle canzoni storiche fino al lavoro maturo e visionario dell’ultimo disco “Possibili Scenari”. Il “miracolo pop” di Cesare Cremonini ha incantato ieri sera al PalaPrometeo migliaia di fan che non hanno voluto perdere un concerto capace di rappresentare al meglio i suoi vent’anni di carriera. Quasi due ore e mezza di live, 24 brani in scaletta e la conferma di un musicista, autore, show-man, unico per stile e talento, che ha conquistato il pubblico con uno spettacolo “internazionale”.

Dopo il successo dei concerti negli stadi, il cantautore bolognese è tornato nei palasport e ieri sera è salito sul palco con il suo sorriso contagioso, la grinta di sempre e le scarpe glitterate. «È da un po’ di anni che non tornavamo a suonare qui – ha detto Cremonini all’inizio del concerto, rivolgendosi al pubblico – è una bellissima emozione rivedervi e adesso che ci faccio caso siete ancora più belli. Ho voglia di fare un grande concerto. Grazie di cuore per essere così tanti». Lo show si è aperto con “Possibili scenari”: attacco al piano e poi un’esplosione di colori e stelle filanti, con la barra colorata del disco sopra il palco che ha iniziato a ruotare. Capace di stupire, emozionare e divertire, nella prima parte del live Cremonini ha alternato gli ultimi successi a quelli più datati, tra cui La nuova stella di Broadway cantata a squarciagola dal pubblico e Buon viaggio.

La scenografia degli stadi è stata adattata alla dimensione indoor, ma sono stati tanti gli effetti speciali: dai visual ai coriandoli, dalle vampate infuocate alle stelle filanti. Mentre Cesare ballava e correva sulle passerelle, si è goduto la vicinanza con il pubblico, ma c’è anche stato tempo per l’introspezione e l’intimità. Cremonini ha infatti regalato un momento piano e voce per rendere unica la sua performance. Seduto al piano ha cantato Momento silenzioso e, poi, Una come te, dedicata  «a tutte le persone che mi seguono ormai da 20 anni», ma c’è stato anche il tempo per una canzone fuori programma. Leggendo tra il pubblico un cartello con scritto “Vorrei”, ha interpretato magicamente la canzone omonima, singolo del gruppo Lunapop, di cui è stato frontman.

E ancora ritmo ed energia con Mondo, Logico #1 e GreyGoose, per poi emozionare con Deve essere così, suonata solo con la chitarra. Durante il live Cesare non ha perso l’occasione di scherzare e anche prima di cantare Al tuo matrimonio, ha ironizzato sul suo rapporto con le donne e ha ammesso: «Ormai ho 38 anni, è difficile che mi sposerò». Prima del finale dello show, il cantante ha chiamato sul palco Ballo e su 50 Special il pubblico si è scatenato, e ha continuato a sognare e a ballare con Marmellata #25, Poetica, Nessuno vuole essere Robin e Un giorno migliore. Le oltre due ore di concerto sono scivolate via e, prima di lasciare i fan, il cantante è sceso dal palco per salutarli da vicino. Il concerto non è stato solo musica, ma un vero e proprio percorso musicale attraverso la crescita artistica di uno degli artisti pop più amati della musica italiana. Non a caso, il concerto di Ancona ha registrato il sold out.