Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Comune: «Maggiori controlli delle forze dell’ordine»

Dopo le staccionate lesionate, i cartelli abbattuti, i portarifiuti rimossi e l'abbattimento di parte delle murature dell'ex Mutilatini, i vandali hanno distrutto i bagni pubblici di Portonovo

Raid vandalico nei bagni pubblici di Portonovo

ANCONA – Dopo gli atti vandalici ai bagni pubblici di Portonovo e, ancor prima, nell’edificio ex Mutilatini, l’Amministrazione, oltre che procedere a formale denuncia alle Autorità, ha già contattato le forze dell’ordine per concertare le azioni di controllo nella baia di Portonovo.

Raid vandalico nei bagni pubblici di Portonovo

Nella notte tra mercoledì e ieri, ignoti hanno distrutto lanciando sassi enormi i water e la porta dei bagni pubblici vicini al parcheggio Lago Grande. Nelle scorse settimane, però i vandali hanno preso di mira anche un’altra zona della baia. Nell’edificio ex Mutilatini sono state abbattute parte delle murature realizzate per la chiusura degli accessi e a tutela della sicurezza delle persone e, tempo fa, qualcuno ha anche appiccato un fuoco davanti alla porta d’ingresso della struttura. L’Amministrazione fa appello ai cittadini e operatori della baia per segnalare ulteriori comportamenti e situazioni anomale, perché «la dinamica dei fatti fa pensare a una deliberata azione di una o più persone, dato che questi fatti seguono altri episodi di danneggiamento, quali staccionate lesionate, cartelli abbattuti e portarifiuti rimossi».

Le murature abbattute dell’edificio Ex Mutilatini