Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Comune di Ancona: in quarantena dipendenti con sintomi

Il direttore generale Maurizio Bevilacqua assicura: «Sanificazioni specifiche quando si verificano casi di positività e di quarantena»

Comune di Ancona
Comune di Ancona

ANCONA – Alcuni dipendenti del comune di Ancona sono in quarantena con sintomi, mentre altri in quarantena precauzionale, avendo avuto contatti con sintomatici in attesa dell’esito del tampone. Ad annunciarlo è il direttore generale Maurizio Bevilacqua.

Maurizio Bevilacqua
Maurizio Bevilacqua

«Il Comune di Ancona sta gestendo da mesi la problematica covid nel rispetto dei vari protocolli emanati, – dichiara Bevilacqua – cercando così di tutelare i dipendenti e i cittadini che si recano negli uffici. Le sanificazioni periodiche (l’ultima lunedì) vengono integrate con sanificazioni specifiche qualora si verifichino casi di positività e di quarantena. Come è noto, le procedure covid sono seguite dall’Asur nelle varie fasi, inclusa quella del tracciamento dei contatti nei casi di positività.

In questo momento anche al Comune di Ancona alcuni dipendenti sono in quarantena volontaria con sintomi oppure in quarantena precauzionale, avendo avuto contatti con i sintomatici in attesa dell’esito del tampone. L’astensione volontaria avviene svolgendo se possibile l’attività lavorativa in smart working, mentre la quarantena precauzionale è stabilita in accordo con il medico competente del Comune o su indicazione del medico di famiglia». 

«L’Amministrazione, come datore di lavoro, perseguendo la finalità della tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini, – continua Bevilacqua – ha messo a disposizione dei dipendenti che hanno avuto contatti con sintomatici in attesa del tampone la possibilità di effettuare velocemente il tampone, in modo che si possa avere una prevenzione aggiuntiva. Riteniamo che con senso di responsabilità, collaborazione e massima attenzione al rispetto delle regole che possono contenere la diffusione del covid, si possa superare questo momento indubbiamente molto difficile».