Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Colori e forme geometriche per la sesta edizione di AnconaCrea 2020FF!

Il festival dedicato all’arte e alla creatività, quest'anno, a causa del covid-19, è limitato ai soli lavori di street art. La prima opera è stata realizzata da Tobet (Milano 1980) nel quartiere di Capodimonte, nel sottopasso che collega via Cialdini a via Astagno

Il lavoro realizzato da Tobet per la sesta edizione di AnconaCrea

ANCONA – L’artista di Milano Tobet ha finito di dipingere un sottopasso nel quartiere di Capodimonte per la sesta edizione del festival AnconaCrea 2020FF!, che è iniziato a fine luglio e proseguirà fino alla fine del 2020. Se il festival dedicato all’arte e alla creatività ha sempre organizzato esposizioni, performance, laboratori e installazioni urbane, questa edizione per il momento è limitata ai soli lavori di street art, a causa del covid-19.

Il primo lavoro importante realizzato è appunto quello di Tobet (Milano 1980) nel sottopasso che collega via Cialdini a via Astagno. Un lavoro molto complesso e di grande impatto, coloratissimo, di forme geometriche, che crea un effetto ottico con punti di vista straordinari. Su Instagram, Tobet ha scritto: «Questo lavoro è stato possibile grazie a @anconacrea. Quando @yapwilli mi ha mostrato questo posto, ho subito adorato l’architettura della zona. ⁠Questo è il motivo per cui ho deciso di utilizzare un esagono anamorfico come sfondo per evidenziare la struttura dei gradini. Quindi la sfida era quella di adattare l’immagine correttamente poiché i blocchi di gradini non sono ortogonali».

«In attesa che si sblocchi la situazione causata dalla pandemia – spiega William Vecchietti, direttore artistico AnconaCrea – ci teniamo a precisare che gli artisti invitati e che verranno durante l’estate 2020 lavoreranno gratuitamente e a loro spese, per quanto riguarda materiali e soggiorno, come dono alla città, contribuendo così alla ripartenza del festival che altrimenti non avrebbe avuto alcuna possibilità di continuare il lungo percorso cominciato nel 2015».

William Vecchietti

Tra gli artisti invitati, alcuni torneranno a dipingere ad Ancona questo mese per continuare lavori cominciati l’anno scorso e altri per proporre nuovi muri, tra cui Percy Bertolini da Bologna, Mandarino da Ancona e Aloha da Roma, e altri si aggiungeranno andando avanti fino a dicembre. Molti dei lavori saranno realizzati nel quartiere di Capodimonte, un percorso cominciato nel 2019 e che proseguirà nei prossimi anni per riqualificare e trasformare lo storico quartiere in un museo a cielo aperto.

«Purtroppo qualcuno ha cancellato il lavoro che Percy Bertolini aveva realizzato lo scorso anno – spiega Vecchietti – e l’artista quest’estate ne farà un altro. Mandarino invece nel 2019 aveva dipinto le colonne di un sottopasso di Capodimonte e ora dipingerà un muro. Se a settembre o ad ottobre si risolverà la situazione causata dal covid e riceveremo i fondi dal Comune, organizzeremo sicuramente altri appuntamenti».