Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“In Civitate” prosegue con un itinerario alla scoperta delle opere di Trubbiani

Oltre alla mostra alla Mole, in programma ci sono due eventi. Domenica 19 novembre, un itinerario a piedi e sabato 2 dicembre l'incontro con il protagonista nello showroom Contemporaneo

Valeriano Trubbiani (Foto di Corrado Maggi)

ANCONA – Prosegue la mostra In Civitate. Lo sguardo di Corrado Maggi sulle opere urbane di Valeriano Trubbiani, in programma alla Mole – Magazzino tabacchi fino al 10 dicembre. Un omaggio al grande maestro, in occasione del suo ottantesimo compleanno, ideato e realizzato dal fotografo anconetano, che ne ha ripercorso la preziosa eredità tracciata nel capoluogo dorico, terra di adozione di Trubbiani.

Foto di Corrado Maggi su un’opera di Valeriano Trubbiani

ll progetto è della Galleria Puccini di Ancona e prevede una serie di eventi in concomitanza con la mostra. Domenica 19 novembre si svolgerà l’itinerario cittadino Valeriano Trubbiani e la mostra “In Civitate”: un percorso alla scoperta delle opere di Trubbiani che si trovano nella città di Ancona. Queste le tappe: la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, piazza Pertini, il teatro delle Muse, il Museo Tattile Omero e, infine, la mostra In Civitate. La partenza sarà da Piazza Cavour alle 9.30 e l’itinerario durerà circa 2 ore e mezzo. Costo: 4 euro (gratuito per under 12, disabili e loro accompagnatori). Il secondo appuntamento sarà sabato 2 dicembre, alle 17.30 presso lo spazio Contemporaneo Showroom di piazza del Plebiscito, per “DialogArte”: dialogo con il fotografo Corrado Maggi, con la partecipazione del poeta Francesco Scarabicchi e dell’artista Valeriano Trubbiani.

Corrado Maggi

La mostra nasce dall’ammirazione e dalla devozione del fotografo Maggi verso lo scultore Trubbiani che ha lasciato segni importanti e presenti nella quotidianità del capoluogo. Basta pensare al  gruppo Mater Amabilis in piazza Pertini e al sipario tagliafuoco al Teatro delle Muse. Corrado Maggi ha raccolto la sfida di ritrarre i capolavori dello scultore, reinterpretandoli con una maestria “analogica”, grazie alla sua preziosa Nikon Fm2 degli anni ’70. Il percorso fotografico si svolge lungo un tragitto che conta trentacinque foto inedite ed è diviso in tre reportage: il reportage nella città, il reportage nell’atelier e un altro nel viaggio emotivo e sensoriale fra le opere del maestro. Il reportage nella città focalizza nella prima parte della mostra le opere di Trubbiani collocate in città, dalla Cattedrale di San Ciriaco sul colle Guasco alla Pinacotea Civica Francesco Podesti, dal Teatro delle Muse al Museo Omero passando per Piazza Pertini, la Chiesa di San Cosma e la Facoltà di Ingegneria. La seconda e terza parte sono tappe di meditazione all’interno del “magazzino” di Trubbiani, quasi un luogo sacro e incontaminato. Tutti gli scatti sono rigorosamente in bianco e nero.  Orari mostra: mar-sab  17,30-20; dom. 10 -12 e 17.30-20. Chiusa il lunedì.

Un’appendice della mostra è costituita dalle cinque fotografie esposte presso lo showroom Contemporaneo in piazza del Plebiscito, che ospita anche alcuni incontri a tema e video installazioni, a cura dell’arch. Anna Paola Quargentan, in collaborazione con arch. Fabio Marcelli – Poliarte Design Academy. Orari Showroom: lunedì 16-20.; mar-sab 9-12.30 e 16-20; dom 17.30-19.30.