Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Cinematica Festival torna dal vivo ad Ancona

Corporeità e nuovi media, animazione, digitale e live per la prossima edizione del festival dedicato all'immagine in movimento, con la direzione di Simona Lisi. Appuntamenti a giugno (18-20) e agosto (6-8)

Ariella Vidach al Cinematica Festival 2021

ANCONA – Torna dal vivo alla Mole Vanvitelliana di Ancona, dopo la pandemia, Cinematica Festival, curato da Simona Lisi, l’unico festival italiano e internazionale che si occupa specificatamente della relazione immagine-movimento e del rapporto corpo e nuovi media nelle arti performative, filmiche e visive.

«Una manifestazione – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune Paolo Marasca, nel presentare l’evento alla stampa – cresciuta negli anni, che ha saputo interpretare la vocazione culturale della città d’indagare in maniera trasversale i linguaggi del contemporaneo». «Una rassegna – ha aggiunto l’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini – che ha già ottenuto riconoscimenti internazionali e segna quel ritorno alla normalità di cui si sentiva il bisogno». L’evento è stato presentato dalla direttrice artistica, con Paolo Marasca, Giorgia Latini, Velia Papa per Marche Teatro, Aldo Grassini per il Museo Omero, Gianluca Moroncini per l’UNIVPM, Bruno Di Marino, curatore della mostra CamerAnimata, Massimo Puliani dell’Accademia di Belle Arti di Macerata e le artiste Beatrice Pucci e Claudia Muratori.

Per la sua nuova edizione, Cinematica Festival si fa in tre. Dal 18 al 20 giugno si parte con la sezione TouchME, con appuntamenti dedicati al tatto; altra sezione, con un focus maggiore sulle arti performative e le nuove tecnologie, sarà dal 6 all’8 agosto con Cinematica Live & Digital Experience. A fare da ponte tra i due progetti, una mostra speciale: “CamerAnimata” che inaugurerà il 18 giugno e che si concluderà, appunto, l’ultimo giorno di Live & Digital, l’8 agosto. 

Tra gli ospiti di rilievo della prima parte, quella di giugno, ci sono il sociologo Derrick De Keerchove, che parteciperà al talk in programma il 18 giugno, così come la designer Maria Rosanna Murgia, la compagnia Sosta Palmizi e l’artista Ariella Vidach (19 giugno) tra le prime a usare le tecnologie al servizio della performance, la musicista Francesca Badalini (18 giugno), i performer siciliani di Pixel Shapes, e molti altri. Non mancheranno i laboratori di tecniche somatiche, per adulti e bambini, e omaggi ad artisti del passato come quello dedicato a Giacomo Verde. Tra i talenti marchigiani sarà a Cinematica, per un laboratorio e per la proiezione del suo corto vincitore del Globo d’oro, anche Davide Calvaresi. Alle artiste del cinema d’animazione, tutte donne e legate alle Marche, è dedicata la mostra CamerAnimata, visitabile sino all’8 agosto (tutti i giorni tranne il lunedì) curata da Bruno Di Marino, dove si mostreranno le opere delle artiste invitate e si confronteranno con i bozzetti, i disegni e i pupazzi, anch’essi in mostra, che sono serviti per i loro film. Le artiste sono: Beatrice Pucci, Claudia Muratori, entrambe intervenute in conferenza stampa, Mara Cerri, Magda Guidi e Rosa Foschi. Annunciata anche la giuria della serata finale della call videodanza, che si terrà in agosto: la giuria di qualità sarà composta da Virgilio Villoresi, Enzo Cosimi e Maria Paola Zedda.

Cinematica chiuderà l’edizione 2021 alla fine di agosto con un laboratorio di prossimità della serie TouchME nei luoghi del terremoto, tra Roccafluvione e Arquata Del Tronto. Sì chiamerà “Alleanze – corpi in movimento” in collaborazione con Fluvione Film Festival e Ritratti D’artista.

Il programma di Cinematica Festival

Touch Me (18-20 giugno) si apre con un incontro sul rapporto tra corporeità e nuovi media e indaga, in collaborazione col Museo Omero e l’Università Politecnica delle Marche, sul percorso che va ‘Dal tocco al touch’. Ospite, di nuovo dopo sette anni, Derrick De Keerchove, i due docenti di UNIVPM Gianluca Moroncini ed Emanuele Frontoni, lo psicoanalista Marco Lazzarotto Muratori, Maria Rosanna Murgia, designer e ricercatrice dell’Istituto Italiano di Tecnologia – IIT che collabora con l’Università di Pisa nella realizzazione e messa a punto della speciale SoftHand Pro, un modello innovativo di mano robotica realizzata e finanziata all’interno dei progetti europei The Hand Embodied e SoftHands, e il giovane ricercatore in neuroscienze Andrea Orlandi, fresco vincitore della prestigiosa Marie Skłodowska- Curie Individual Fellowship. Introducono Aldo Grassini e Simona Lisi.  A corredo del talk una serie di laboratori speciali, svolti in collaborazione con il Museo Omero, studiati per far sperimentare al pubblico tecniche che lavorano in senso profondo sul tatto, alcuni per adulti altri per bambini e famiglie. I laboratori verranno svolti in totale sicurezza, saranno aperti a tutti su prenotazione (posti limitati per il distanziamento).

Il 18 giugno, nell’ambito della seconda sezione, sarà inaugurata la mostra CamerAnimata, curata da Bruno Di Marino, con filmati e opere di alcune delle più importanti autrici di cinema di animazione formatesi all’Istituto d’Arte di Urbino, assieme a quelle dell’artista Rosa Foschi, mai celebrata nella sua terra d’origine. A conclusione della giornata del 18 giugno (h 21.00) la compositrice e pianista Francesca Badalini musicherà per l’occasione e in esclusiva nazionale, i corti di animazione delle artiste di CamerAnimata.

Il 19 giugno (mattino e pomeriggio) il pubblico potrà partecipare a laboratori su tema del tatto attraverso l’avvicinamento a due tecniche somatiche: il Body Mind Centering® e Tatto Interno®.  Nel pomeriggio un laboratorio per bambini sulla tattilità a cura del Museo Omero. Conclude questo momento dedicato ai bambini lo spettacolo di danza contemporanea per bimbi e famiglie “Esercizi di fantastica” dedicato a Rodari della Compagnia Sosta Palmizi (h 19.00 – Canalone Mole).  Sarà possibile per gli adulti prenotare quella che è un’esperienza  a metà tra performance e laboratorio: torna infatti a Cinematica Ariella Vidach con il progetto DANCEtheDISTANCE che indaga le possibilità aperte dalla coreografia in VR e riflette sull’ibridazione dei corpi e sull’estensione dei loro confini epidermici nella dimensione virtuale. Tre le repliche per 15 persone ogni volta. Ambedue gli spettacoli di danza sono svolti grazie alla collaborazione con Marche Teatro. Alle h 21.00 si conclude la giornata, al Canalone della Mole, con il gruppo siciliano di Media Artists Pixel Shapes, con “KRYOS Astrazione Reale”, uno dei progetti vincitori della Call di Cinematica Live & Digital Performing che ha fatto parte del prestigioso evento di videomapping globale “Farnesina: Digital Art Experience”.

Domenica 20 ancora una giornata dedicata ai più piccoli, con il passaggio dall’esplorazione tattile all’esplorazione sulla materia. La mattina (h 11.00 – 12.30) il laboratorio a cura del Museo Omero e il pomeriggio dalle 15 alle 18.00 laboratorio di piccola falegnameria con Davide Calvaresi, a seguire la proiezione del suo OLMO, il film di animazione vincitore del Globo D’Oro. A concludere questi giorni e a preludio della sezione Live & Digital Performing un omaggio al teknoartivista Giacomo Verde, scomparso lo scorso anno, in collaborazione con l’ Accademia di Belle Arti di Macerata, dove l’artista ha insegnato per molti anni, segnando una stagione artistica, di docenza e ricerca. L’omaggio è curato da Alessandro Bracalente con il supporto dell’ Archivio Giacomo Verde e Anna Maria Monteverdi.

Ad agosto poi Cinematica Live & Digital Experience porterà l’attenzione su lavori di artisti che riflettono sulla relazione tra live e digital performance. Saranno molti gli artisti coinvolti, alcuni facenti parte delle due Call di Cinematica (videodanza e performance / installazioni) che hanno coinvolto centinaia di artisti da tutto il mondo. Soprattutto in questo periodo di emergenza crediamo sia fondamentale dare spazio ad artisti che si muovono tra reale e digitale, per ripensare anche l’approccio alla performance e alle possibilità date dal digitale. Danza soprattutto ma anche musica e teatro, andranno a creare una sorta di caleidoscopio colorato di immagini e visioni per questo festival che ha nella multidisciplinarietà e nell’ibridazione dei linguaggi il suo tratto distintivo. In questa sezione anche la serata finale di Cinematica Videodance Competition con la premiazione a cura della Giuria di Qualità composta da Enzo Cosimi, Virgilio Villoresi, Maria Paola Zedda. Il programma dettagliato verrà rivelato a metà luglio.

dalla Incursione danzata del Festival Cinematica 2017 a cura di Simona Lisi