Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Censimento FAI 2020, ci sono tante Marche nella classifica dei “Luoghi del cuore”

Dieci luoghi marchigiani entrano nella speciale classifica con più di 2.000 preferenze stilata dagli italiani. Spicca il 23° posto di Villa e Parco Cerboni Rambelli a San Benedetto del Tronto

Villa e Parco Cerboni Rambelli
Villa e Parco Cerboni Rambelli a San Benedetto del Tronto

ANCONA- Ci sono tante Marche nel consueto censimento FAI (Fondo Ambiente Italiano) per il 2020. Ad esprimersi per formare la classifica ideale sono stati ben 2.353.932 italiani i quali hanno giudicato la bellezza, la valenza culturale e naturalmente l’impatto ambientale dei luoghi. Nella graduatoria speciale riservata ai “Luoghi del Cuore” che hanno conseguito almeno 2.000 preferenze hanno trovato spazio ben dieci località marchigiane.

Al 23° posto con 13.358 voti ecco Villa e Parco Cerboni Rambelli di San Benedetto del Tronto, esempio di architettura signorile del XIX secolo. Grazie ad un apposito progetto, il parco ha iniziato ad essere utilizzato come spazio distensivo e terapeutico per il vicino ospedale. Ci sono ancora tanti cantieri aperti, tra cui la volontà manifestata dal comitato “Amici della Villa e Parco Cerboni Rambelli” che vorrebbe creare un polo culturale per la cittadinanza.

Al trentunesimo posto spicca con 9.249 voti l’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace (PU) al cui interno verrà realizzato anche un nuovo sistema di illuminazione, con piccoli apparecchi che si integreranno nel contesto architettonico. L’Abbazia rientra all’interno di un novero ben definito di opere d’arte definito “Italia sopra i 600 metri”.

56° posto per Pieve di Santo Stefano di Gaifa e Torre Brombolona Canavaccio ad Urbino (PU) con 6.151 voti in cui va segnalato l’impegno del comitato “Valorizzazione Pieve Santo Stefano di Gaifa” per render ancor più noti questi luoghi esteticamente belli e significativi. Al 63° posto, invece, spicca l’Antica Farmacia dell’ospedale Fatebenefratelli di Jesi (5.681 voti) che fu edificata nel 1757 e conserva ancora oggi gli antichi arredi originari in legno, alcuni dotati di meccanismi segreti per nascondere i preparati più preziosi.

Tutti oltre la centesima posizione gli altri luoghi marchigiani. 108° la Chiesa di San Francesco a Candelara a Pesaro (3888 voti), 161° la Rocca Varano a Camerino (2687 voti), 171° la Torre sul Porto Sentina di San Benedetto del Tronto (2552 voti), 177° l’Oratorio dell’ascensione al Palazzolo di Pergola (2490 voti), 182° la Ferrovia di Pesaro Urbino (2431 voti) e 197° Palazzo Gherardi a Senigallia (2266 voti)