Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Cartelli di divieto di balneazione: trovato l’accordo

I cartelli di divieto temporaneo di balneazione saranno esposti dai bagnini in seguito della comunicazione di sversamento. Non sarà più il Comune a darne comunicazione al Consorzio Falcomar ma lo farà direttamente Multiservizi SPA

FALCONARA- Sottoscritto da Comune, Capitaneria di Porto e bagnini falconaresi il nuovo accordo per la gestione dei cartelli di divieto temporaneo di balneazione. In vista dell’avvio della stagione balneare, questa mattina nella sala del Leone al castello di Falconara Alta, si è tenuto un incontro che ha visto la partecipazione dell’assessore Clemente Rossi, del dirigente e dei tecnici comunali dei settori coinvolti, della Capitaneria di Porto di Ancona e della Delegazione di Falconara, e dei rappresentanti del consorzio Falcomar. Nel corso dell’incontro è stato riesaminato l’accordo sottoscritto lo scorso anno tra comune di Falconara M., Consorzio Falcomar fra concessionari di aree demaniali marittime, Confcommercio Cons. Adria. servizio salvataggio a mare sulle spiagge, per la gestione dei cartelli di divieto di balneazione delle acque marine sul litorale sud di Falconara ed è stato concordato quello per la stagione balneare 2017.

I tecnici comunali hanno riportato quanto emerso nel corso di una riunione relativa alla balneazione tenutasi a fine aprile 2017 in Regione. Nonostante gli episodi di sversamento verificatisi nel 2016 lungo il litorale di Falconara non è avvenuto alcun declassamento. Su 44 analisi effettuate solo una ha avuto riscontro negativo. Quindi, in seguito alla valutazione dell’esito delle analisi della qualità delle acque effettuate da ARPAM, la Regione ha mantenuto la classificazione attuale delle acque di balneazione. La Capitaneria di Porto ha invece evidenziato la necessità che il servizio di salvamento lungo il litorale debba essere comunque garantito anche nel corso dei divieti temporanei di balneazione o anche in caso di chiusura temporanea degli stabilimenti balneari (ad es. in caso di maltempo, ecc…). Dunque, nessuna deroga alla presenza e all’operatività degli addetti al salvamento negli orari previsti.

Per quanto riguarda le modalità di gestione dei divieti temporanei di balneazione a causa degli sversamenti degli scolmatori a mare lungo il litorale di Falconara, che si verificano a seguito delle piogge, i cartelli di divieto saranno esposti dai bagnini in seguito della comunicazione di sversamento. Non sarà più il Comune a darne comunicazione al Consorzio Falcomar ma lo farà direttamente Multiservizi SPA. L’azienda in questo periodo sta provvedendo all’installazione, nei vari scolmatori lungo il litorale comunale, di rilevatori di portata per valutare anche la quantità di reflui fuoriusciti a mare, ciò in aggiunta ai sensori già installati per registrare l’inizio e la fine degli sversamenti. Multiservizi da questa stagione trasmetterà la comunicazione di apertura e chiusura degli scolmatori a mare anche ai bagnini. Il Presidente del Consorzio Falcomar Alessandro Filippetti, avvertirà del divieto temporaneo di balneazione i gestori degli stabilimenti balneari e il coordinatore degli assistenti bagnanti di tutto il territorio di Falconara Marittima, responsabile degli assistenti bagnanti (sia quelli CONS.ADRIA sia quelli non consorziati).