Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Carenza di organico, la Polizia penitenziara protesta e chiede di incontrare il Prefetto

Attualmente gli agenti sono 115 a fronte di un organico di 174 unità. «Se non arriveranno risposte promuoveremo ulteriori iniziative per portare all’attenzione la difficile situazione esistente», dice Alberto Beltrani, segretario regionale Fp Cgil Marche

Il carcere di Montacuto
Il carcere di Montacuto

ANCONA – Da lunedì 28 maggio gli agenti della polizia penitenziaria del carcere di Montacuto hanno iniziato una protesta contro l’amministrazione astenendosi dalla mensa di servizio. Una protesta messa in campo dalla Fp Cgil Marche e che riguarda tutto il personale.

Le ragioni di questo malessere sono legate alla grave carenza di personale all’interno dell’istituto, pari al 30 per cento in meno rispetto all’organico previsto. Attualmente, gli agenti di polizia penitenziaria sono 115 a fronte di un organico di 174 unità. «È tempo che si metta finalmente mano al sistema carcerario e alle dotazioni organiche nelle Marche – dice Alberto Beltrani, segretario regionale Fp Cgil Marche –. Se non arriveranno risposte, la Fp Cgil promuoverà ulteriori iniziative per portare all’attenzione la difficile situazione esistente».

Della situazione, è stato già informato il prefetto al quale la Fp Cgil Marche ha chiesto un incontro per trovare una soluzione.

La carenza di personale sta creando da tempo molti disagi tra i dipendenti costretti a turni massacranti e a saltare riposi.