I patrimoni dell’Unesco nel calendario storico dei Carabinieri

Sarà stampato per un milione e mezzo di copie e oltre alle figure importanti dell'Arma proporrà mese per mese i siti protetti in Italia

Il comandante Cristian Carrozza illustra il calendari 2019 dei Carabinieri

ANCONA – Sarà dedicato ai patrimoni mondiali dell’Umanità e ai 50 anni dalla nascita dei carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale il calendario 2019 dell’Arma.

Giovedì scorso la presentazione ufficiale a Roma, alla scuola ufficiali, e poi anche ad Ancona dal comandante provinciale Cristian Carrozza. «È un calendario storico – ha detto Carrozza – viene prodotto dal 1928 con una interruzione solo per la guerra dal 1945 al 1949. Verrà stampato per un milione e mezzo di copie».

Tra le pagine a colori si troverà una carrellata di siti italiani tutelati dall’Unesco come la Reggia di Caserta, piazza del Campo a Siena, la torre di Pisa, i trulli di Alberobello e anche il delta del fiume Po. Accompagnano i luoghi storici le figure dell’Arma, con tutti i suoi reparti, dal carabiniere del territorio ai Ros fino ai militari specializzati nelle missioni all’estero. L’agenda storica invece sarà dedicata ai carabinieri nella letteratura con una carrellata di romanzi dedicati all’Arma. Si va da Cistantino Nigra a Carlo Collodi fino ai giorni più attuali con i romanzi di Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli.