Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Capodanno in sicurezza: i consigli della Polizia sull’uso dei fuochi d’artificio

Ecco il vademecum con le cautele da tenere per l'uso dei fuochi artificiali. Il questore di Ancona: «Conoscenza e prevenzione sono lo strumento privilegiato per evitare che momenti di festa si traducano in attimi di disperazione»

fuochi d'artificio
(Foto di Gerd Altmann da Pixabay)

Con l’imminente arrivo del Capodanno, la Polizia di Sicurezza della Questura di Ancona, ha stilato un vademecum per ricordare alcune importanti cautele per l’uso dei fuochi artificiali, al fine di evitare incidenti.

Eccolo: 

  • Acquistare solo prodotti marcati CE, completi di istruzioni di sicurezza e da rivenditori autorizzati;
  • Trasportarli in sicurezza e custodirli in un luogo asciutto, lontano da fonti di calore e fuori della portata dei bambini. Non fumare nelle vicinanze;
  • Prima dell’uso leggere attentamente le istruzioni riportate sul prodotto, verificando il posizionamento dell’oggetto pirotecnico alla luce del giorno;
  • Non utilizzarli sotto l’effetto di alcool o di altre sostanze che possano alterare la percezione della realtà esterna e/o la capacità di discernimento;
  • Non modificare la struttura originali dei prodotti pirotecnici, non estrarre mai la polvere pirica e non collegare mai più articoli tra loro per aumentarne l’effetto esplodente;
  • Accendere un solo prodotto alla volta, tenendo gli altri fuochi d’artificio al riparo da eventuali scintille. Durante l’uso non indossare indumenti facilmente infiammabili;
  • Per accendere la miccia allungare il braccio, non avvicinare mai il viso al prodotto, quindi portarsi immediatamente a distanza di sicurezza;
  • In caso di incompleto funzionamento non tentare mai di riaccendere il prodotto;
  • Non raccogliere e non tentare riutilizzare fuochi di artificio, anche solo parzialmente, utilizzati da altri.

Nel territorio di Ancona, da Regolamento Comunale, ex art. 6 punto 5, è vietato fare esplodere petardi di qualunque tipo, lanterne luminose o fare spari, salvo autorizzazione.

Sono previsti controlli per il contrasto della vendita di botti “illegali” ovvero tutti gli artifici pirotecnici contrari alle norme di legge.

Il questore di Ancona Cesare Capocasa ribadisce: «Anche in questo caso la conoscenza e la prevenzione, rappresentano lo strumento privilegiato per evitare che momenti di festa sui traducano in attimi di disperazione. Cultura della legalità anche a Capodanno, per i nostri familiari, i nostri figli ed i nostri cari».