Caos viabilità ad Ancona, petizione dei delegati Filt Cgil di Conerobus

La raccolta di firme è per protestare contro la riduzione delle corsie preferenziali e la sosta selvaggia nelle stesse da parte delle auto

Sosta selvaggia

ANCONA- Caos viabilità ad Ancona: sosta selvaggia e poche corsie preferenziali per gli autobus mettono a dura prova i conducenti dei mezzi pubblici. Per questo motivo i delegati della Filt Cgil di Conerobus hanno deciso di promuovere una raccolta di firme per protestare contro la riduzione delle corsie preferenziali e la sosta selvaggia nelle stesse da parte delle auto.

«Le macchine sono parcheggiate su marciapiedi o in  prossimità degli incroci, spesso in transito nella zona della stazione ferroviaria laddove vige il divieto o in sosta nelle aree capolinea dei bus. I lavoratori chiedono solo di poter svolgere il proprio lavoro in condizioni di sicurezza e nell’osservanza delle norme» spiegano i delegati della Filt Cgil.

Il sindacato è preoccupato in quanto, con le festività natalizie la situazione potrebbe essere ancora più difficile. «Tra i lavoratori di Conerobus ma anche tra quelli delle altre aziende di trasporto pubblico cresce il malcontento. È necessario che l’amministrazione intervenga al più presto per fare fronte a questo disagio magari incentivando il rispetto delle regole con più controlli da parte di Vigili urbani nonché sensibilizzando anche i cittadini su queste tematiche- dichiara Luca Polenta, segretario regionale Filt Cgil Marche-. Il caos della viabilità è tale che, spesso, per evitare le auto in sosta selvaggia, si è costretti a invadere la corsia opposta mettendo a rischio l’incolumità pubblica, a partire da quella dei passeggeri. L’auspicio è che ci sia una vera politica sul trasporto pubblico e che non ci si limiti, come è accaduto lo scorso anno, a incentivare la sosta gratuita in centro».