Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Camerano, inaugurato il murale in memoria dei medici cittadini

L'opera, oltre a essere un ringraziamento alla categoria dei medici storici di Camerano, è indirettamente anche un omaggio ai loro successori per l'impegno durante la pandemia

Il murales appena inaugurato alla presenza del sindaco di Camerano
Il murales appena inaugurato alla presenza del sindaco di Camerano

CAMERANO – È stato inaugurato fuori di porta a Camerano un murale raffigurante un pezzo di storia del paese. L’artista Yuri Falzetti ha dipinto un tributo ai medici del dopoguerra di Camerano: Giuseppe Iannaci, Mario Bernardi, Francesco Trabalza, Piero Gambini, Giancarlo Mancinforte, Duccia Santini e Federico Ferroni. Il murale, oltre a essere un ringraziamento alla categoria dei medici storici di Camerano e, indirettamente, anche ai loro successori per quanto hanno fatto nella recente pandemia, è la prosecuzione di quel progetto che potrebbe far diventare “Fuori porta” luogo attrattivo per i turisti.

La cerimonia è stata organizzata dalla Pro loco – sezione Gruppo marattiano della presidente Alessia Barcaccia con il patrocinio del Comune di Camerano. Un ringraziamento particolare al sindaco Oriano Mercante (anche lui medico) che ha appoggiato fin da subito e con forza l’iniziativa.

Lo skyline

Domenica 10 aprile altro appuntamento nella stessa location, dove sarà inaugurato uno skyline che ha visto la collaborazione per la toponomastica dello studioso e scrittore cameranese Alberto Burattini, per l’orografia dello scalatore e scrittore Francesco Burattini e per la fotografia da Alessio Barbini.

L’iniziativa è stata concepita in collaborazione tra Comune, Pro loco, Associazione Muse di Camerano e finanziata da una raccolta popolare. Grande sostegno è stato dato poi da parte di Olga Priel Herrera dell’associazione interculturale italo-cubana “Para un principe enano” di Jesi: a latere dello skyline infatti sarà inserito un ricordo del grande artista cameranese di adozione Salvatore D’Addario (1950-2016). Non solo, ci sarà anche il ricordo del suo grande amico geniale, Ola Floriano Macellari, storico del gestore del bar di Fuori Porta che ha lasciato questo mondo appena cinque mesi fa.