Ancona-Osimo

Camerano, avanti con ottimismo

In Eccellenza, i ragazzi di Luca Montenovo pareggiano con Porto d'Ascoli e vengono raggiunti dall’Urbania. Partita a due volti con i gialloblu, straordinari nella ripresa. Ritorno al goal per Donzelli

Il Camerano che acciuffa il 2-2 nel finale contro il Porto d'Ascoli

CAMERANO – Sono punti che pesano quelli messi in palio dalla sfida con il Porto d’Ascoli. Lo sanno bene i cameranesi, schierati con il tridente d’attacco Donzelli-Santoni-Bondi. Sponda ascolana, mister Filippini ha una zona playoff da difendere, e l’atteggiamento è quello tipico da trasferta, guardingo e pronto a colpire.

Partono bene gli ospiti che nei primi venti minuti impegnano, più volte, l’estremo difensore di casa Verdicchio. Il Camerano, quando ha l’occasione, tenta di rendersi pericoloso ma di occasioni vere e proprio non ce ne saranno, almeno nella prima frazione. Il vantaggio del Porto d’Ascoli arriva al trentanovesimo, quando Biancucci su calcio di rigore sblocca il risultato, in seguito ad un fallo di Michele Santoni. Lo svantaggio colpisce profondamente i gialloblu che appaiono disorientati. I cattivi sentori diventano realtà poco prima dell’intervallo, con Pendenza bravo a capitalizzare dinanzi al portiere e mandare le squadre al riposo sullo 0-2.

Nella ripresa i padroni di casa cambiano marcia. L’inserimento di Defendi da vitalità al reparto offensivo, e il reparto difensivo ospite inizia a scricchiolare. Al ventunesimo l’episodio chiave. Sugli sviluppi di un corner per i gialloblu, Ciotti commette fallo in area di rigore. Il direttore di gara non ha dubbi, è penalty. Dal dischetto va Donzelli, che incurante della lunga assenza realizza di gran carriera. E’ la rete che riapre il match. Per venti minuti Bondi e soci martellano la retroguardia ascolana, trovando solo al fotofinish, precisamente al minuto quarantanove, il goal del 2-2. A realizzarlo è Tombesi, abile a ribadire in porta una palla vacante.

Un punto che, per come è maturato, deve rendere felice l’entourage cameranese. Certo, guardando la classifica, la vittoria dell’Urbania contro il Tolentino complica le cose ma il futuro va visto con ottimismo. Nel prossimo turno, infatti, mister Montenevo e la sua truppa saranno attesi dalla Folgore Vergara, fanalino di coda a zero punti. L’occasione del riscatto è quindi dietro l’angolo.

IN CONFERENZA STAMPA

Elia Donzelli (Camerano): «Era importante fare punti, specie perché ci trovavamo di fronte una squadra importante e noi dovevamo smuovere classifica. Siamo partiti malissimo, ma grazie a una bella reazione, mentale più che altro, siamo riusciti a pareggiare. Si deve chiedere di più a noi stessi, già dalla prossima gara. I veri valori di questa squadra non sono stati ancora messi in campo».

CAMERANO: Verdicchio, Angelici, Polzonetti, Michele Santoni, Tombesi, Elia Santoni, Giulietti (27’ st Filippetti), Francesco Polenta (1’ st Stella), Donzelli, Mattia Santoni, Bondi (10’ st Defendi). All. Montenovo.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

PORTO D’ASCOLI: Cinaglia, Leopardi, Cucco, Gabrielli (43’ st Tarli), Ciotti, Sensi, Iachini, Biancucci, Pendenza (28’ st Tedeschi), Nepa (34’ st Berardini), Piergallini. All. Filippini.

ARBITRO: Senthuran Lingammorty di Genova.

RETI: 41’ pt Biancucci, 44’ pt Pendenza, 23’ st Donzelli, 49’ st Tombesi.
NOTE: Ammoniti Michele Santoni, Stella, Pendenza, Ciotti, Polzonetti; espulso dopo il triplice fischio Iachini per proteste. Spettatori 250 circa.

Ti potrebbero interessare