Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Marini, un goal pesante nella salvezza del Marina

Il difensore centrale ha marchiato personalmente il playout con il Loreto siglando la rete dell'1-0. Un bilancio molto positivo per lui in questa stagione: «Il gruppo ha fatto la differenza. Merito del goal al vice Mariani»

Marini e Maiorano, autori delle reti del playout vinto con il Loreto

MARINA DI MONTEMARCIANO- Con il successo per 2-1 nel playout con il Loreto, il Marina si è garantito la permanenza in Eccellenza al termine di una stagione tutt’altro che facile. Fortunatamente l’epilogo per i ragazzi di Giammarco Malavenda è stato lieto e permetterà di programmare al meglio il prossimo campionato. Tra le firme della salvezza c’è senza dubbio quella di Nicola Marini. Il centrale biancoazzurro, oltre a risultare uno dei migliori per presenze e rendimento, ha timbrato personalmente il goal del vantaggio del Marina mettendo in discesa la gara più importante del campionato: «Essere riuscito a segnare domenica in una partita così importante e delicata per la squadra mi riempie di orgoglio – racconta lo stesso Marini – Le emozioni del goal e quelle a fine partita sono state fortissime, come non mi era mai capitato. Dopo la rete sono esploso di gioia nell’esultanza verso il nostro allenatore in seconda Nico Mariani che tra primo e secondo tempo mi aveva incoraggiato a crederci sui calci piazzati. Lo dedico a lui».

Una vittoria che chiude un’annata difficile in casa Marina: «La stagione è stata un po’ altalenante, con dei momenti positivi e altri meno e probabilmente nessuno si sarebbe aspettato di disputare i playout a fine campionato. Bisognerà migliorare sulle piccole cose, qualche disattenzione in meno e un pizzico di cattiveria in più nel volere ottenere il risultato. La cosa da salvare è senza dubbio il gruppo, che anche domenica è stato la nostra forza. Ringrazio anche la società e lo staff tecnico, fatto da grandi uomini prima che tecnici».

Playout a parte, per Marini si è trattato di una stagione molto positiva a livello personale: «Sono molto soddisfatto della stagione disputata che è stata producente sia da un punto di vista realizzativo, con quattro goal segnati, sia perchè sono riuscito a disputare tutte le partite per intero, cosa a cui tengo molto. Se la mia stagione ha avuto un andamento positivo il merito va al mister e tutti i compagni, uno su tutti Alessandro Boinega, compagno di reparto e giocatore di un esperienza infinita che mi ha dato e lasciato tanto».