Ciampelli: «L’Anconitana deve costruirsi una mentalità vincente»

Al termine dell'amichevole vinta 1-5 sul campo del Borgo Minonna il tecnico biancorosso ha parlato degli obiettivi della sua squadra e si è espresso sulla prestazione di alcuni singoli, primo fra tutti il bomber Alex Ambrosini, ancora protagonista con una doppietta

Anconitana - Borgo Minonna

ANCONA – Ha parlato a trecentosessanta gradi mister Davide Ciampelli dopo l’amichevole vinta dalla sua Anconitana, compagine di calcio di Eccellenza, con il Borgo Minonna (Prima Categoria) con il risultato di 1-5. A griffare il successo dei dorici due doppiette, rispettivamente di Ambrosini e Cameruccio, e una rete del giovane terzino in prova dal Frosinone Marco Moretti.

«Intanto voglio ringraziare i nostri avversari perché abbiamo effettuato un test molto attendibile – spiega il tecnico dorico -. Dovevamo muovere palla con velocità e attaccare l’ampiezza. L’abbiamo fatto a tratti, sicuramente meglio nel secondo tempo per fluidità di manovra. La cosa che mi dispiace è il goal preso nel finale perché una squadra come la nostra che deve costruirsi una mentalità vincente non può permettersi queste distrazioni».

Poi alcune battute sui singoli: «Mansour è un giocatore che può giocare tra le linee perché è bravo a venir a prendere la palla. Bruna ha fatto un mese di lavoro eccellente e viene da un calcio diverso, è un giocatore tattico ma sia lui che Magnanelli, che Visciano, che lo stesso Zagaglia si completano tra di loro. Cameruccio? Ho avuto la fortuna di allenarlo nella scorsa stagione e nel momento di difficoltà ha fatto la differenza. L’ho voluto con me perché ha grande potenziale».

La chiusura su Alex Ambrosini, protagonista con un’altra doppietta: «Alex per noi è un giocatore importante e non solo per i goal. Trasmette tanto alla squadra e lo ritengo un valore aggiunto. Speravo, nel momento in cui ho scelto Ancona, di avere un giocatore con queste caratteristiche e sono molto contento di lui».