Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Bus in fiamme all’Aspio di Ancona, nessun ferito. Disagi alla viabilità

Le fiamme si sono sviluppate a bordo di un autobus della Conerobus nei pressi della rotatoria dell'Aspio. Da quanto si apprende non ci sono feriti. Sul posto i vigili del fuoco

ANCONA – Attimi di paura all’Aspio di Ancona. Intorno alle 15 di oggi – 25 novembre – nei pressi della rotatoria della frazione, a bordo di un autobus della Conerobus si sarebbero sviluppate le fiamme per cause ancora in fase di accertamento.

Da quanto si apprende non ci sono feriti perché i passeggeri sono stati fatti scendere tempestivamente dal mezzo dall’autista che sul primo momento ha provato a spegnere il rogo. Una densa ed alta colonna di fumo si è levata dal mezzo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ancona, due pattuglie della Polizia Locale di Ancona e la Polizia Stradale. Forti disagi alla viabilità della zona.

Conerobus in una nota stampa fa sapere che l’autista, accortosi dell’accaduto ha immediatamente chiamato i Vigili del Fuoco ed avvisato la centrale operativa della società di trasporto pubblico, che ha inviato sul posto una squadra a supporto per prestare assistenza.

Nel frattempo, il conducente ha messo in pratica le procedure aziendali di emergenza, accostando il mezzo per far scendere tutti i passeggeri e metterli in salvo. Dopo essersi assicurato che l’autobus fosse vuoto, è inoltre intervenuto per cercare di spegnere il rogo con gli estintori di bordo, ma le fiamme hanno preso il sopravvento e il mezzo è andato completamente distrutto.

Il mezzo distrutto dalle fiamme

«Le cause che hanno portato allo scoppio dell’incendio – afferma il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – sono in corso di accertamento. Tengo particolarmente a ringraziare l’autista che, con tempismo e grande lucidità, è riuscito a garantire l’incolumità dei passeggeri. Tutto il nostro personale di guida è formato per affrontare emergenze come questa. Un plauso va a naturalmente anche ai Vigili del Fuoco e a tutti coloro che sono intervenuti per prestare soccorso».