Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Bivacca davanti al Comune, Rabini scrive al Prefetto

Da giorni, un uomo si è appostato davanti al municipio di Camerano dove ha detto che alloggerà fino a quando il Comune non lo aiuterà ad avere una casa popolare. L'ira del consigliere comunale di “Operazione futuro” raggiungerà presto la Prefettura

Il bivacco davanti al Comune

CAMERANO – Si è appostato con tanto di materasso vicino al municipio in pieno centro storico e non si muoverà di lì fino a quando non l’aiuteranno a trovare un alloggio. La strana storia arriva direttamente da Camerano e riguarda un uomo con precedenti e in difficoltà. Il consigliere comunale del gruppo di minoranza “Operazione futuro” Lorenzo Rabini ha presentato un’interrogazione per far luce sulla vicenda. «Ha piazzato una “stanza da letto” davanti al municipio dove stende i panni e bivacca ormai da una settimana. Assurdo quanto sta accadendo – ha detto Rabini -. La persona che sta “alloggiando” tra due panchine ha già avuto in passato aiuti concreti da parte del Comune che l’ha supportato nel reperire una casa accoglienza a Loreto e gli ha dato contributi economici per agevolare il pagamento di affitti per alloggi, salvo poi venire a conoscenza che quei soldi non sono affatto serviti per saldare utenze o affitti.

Il personaggio in questione pretende un alloggio popolare anche se si è collocato al 23esimo posto in graduatoria nell’ultimo bando». Rabini ritiene altrettanto grave la risposta data all’interrogazione: «Il responsabile di settore, e non il sindaco, ha detto che la polizia municipale e i carabinieri non possono effettuare lo sgombero perché non risultano esserci appigli giuridici per poterlo fare. Un alloggio piazzato sul suolo pubblico non costituisce una forma di reato o di infrazione? E l’occupazione abusiva, il decoro urbano, l’igiene pubblica? A questo non ci sto e infatti scriverò immediatamente una missiva al Comandante provinciale e regionale dei carabinieri, al Prefetto e al Questore. Questa storia deve finire».