Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

E-bike, bus navetta e shopping. Ancona si prepara ad accogliere i croceristi, ma col rebus dei negozi aperti

Arrivano i crocieristi ad Ancona. Ma c'è il dubbio sulle aperture commerciali. Intanto il Comune prepara i collegamenti con il centro città.

Traghetti nel porto di Ancona (Foto: Regione Marche)
Traghetti nel porto di Ancona (Foto: Regione Marche)

ANCONA – Domenica (10 aprile) la prima toccata delle crociere in città. Msc apre la stagione turistica ad Ancona. E in Comune l’assessore alle Attività produttive Ida Simonella ha incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria per pianificare al meglio l’accoglienza turistica. L’amministrazione comunale ha pensato ai collegamenti porto-centro e alla comunicazione: bus navetta, trenino, e-bike, depliant della città. Mentre alle categorie economiche spetta il piano d’accoglienza vero e proprio. Ma le aperture domenicali potrebbero avere qualche buco all’orizzonte. 

I dubbi dei commercianti sulle aperture di domenica

Per gli esercenti la domenica storicamente non è mai stata la giornata degli affari. Neanche quando c’è la toccata delle crociere. «I negozi di un certo tipo non hanno mai fatto grossi guadagni con i crocieristi – afferma Giancarlo Gioacchini, titolare dell’omonima galleria d’arte lungo corso Garibaldi e referente locale per Confesercenti Marche – in ogni caso meglio che ci sia un certo flusso che proviene dalle navi, piuttosto che niente». Infatti, sulla base delle esperienze del periodo pre-pandemia, ad accogliere i turisti in città sono più che altro le grandi catene. «Purtroppo le toccate domenicali non risolvono la situazione – commenta Massimiliano Polacco, direttore di Confcommercio Marche Centrali – bisognerebbe spostarle al sabato». Ma ormai la pianificazione di Msc è fatta. Quindi, o si cerca di fare il meglio che si può in quella giornata, oppure finirà per essere la solita tiritera del capoluogo città non accogliente e non vocava al turismo. «Auspichiamo che insieme all’autorità portuale si trovino le migliori sinergie per sfruttare al meglio queste opportunità – spiega Marco Pierpaoli, segretario generale Confartigianato Ancona Pesaro e Urbino – ma programmare il commercio la domenica è veramente complicato». 

Le proposte

Dall’altra parte, invece, il Comune ce la mette davvero tutta per offrire una proposta integrata al fine di dare al turista l’opportunità di scoprire la città in tutte le sue peculiarità. L’amministrazione, infatti, garantirà un supporto logistico di vario tipo, come ad esempio la produzione di mappe che indicheranno ai turisti i percorsi e gli esercizi commerciali aperti. Il Comune ha già realizzato materiali informativi ad hoc. Da ieri (5 aprile) è iniziata la distribuzione ai commercianti di cartoline con il calendario degli arrivi delle navi da crociera. In collaborazione con la Regione Marche e l’Autorità Portuale, inoltre, saranno organizzati bus navetta per trasporto dei passeggeri in centro città. In piazza Cavour i passeggeri saranno accolti dal personale del punto informativo IAT – Ancona Tourism, che fornirà tutte le informazioni turistiche necessarie e consegnerà un kit di materiale informativo sulla città: shopper, mappe e city guide. Sempre al punto informativo IAT – Ancona Tourism saranno fornite informazioni e prenotate guide turistiche per visite della città a piedi o in e-bike. Nei mesi di giugno, luglio e agosto, inoltre, i croceristi potranno partecipare agli eventi del centro.

In corso Garibaldi saranno organizzati spettacoli e mercatini estivi, aperti anche la domenica, con prodotti di artigianato artistico o prodotti tipici locali. Sarà possibile spostarsi anche con un trenino turistico per visitare il centro storico e il Passetto. Si lavora anche agli itinerari artistici, che saranno sempre garantiti. Tutte le chiese del centro storico, ad esempio, in accordo con la Curia, resteranno aperte sette giorni su sette.

© riproduzione riservata