Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

BiAnconatale, l’edizione 2020 risentirà del Covid ma cercherà di dare speranza

Dalle prime indiscrezioni sarà un Natale più scarico nel centro di Ancona, dove solo l'accensione dell'albero e le luminarie sembrano al momento confermate nel calendario degli eventi

Albero Ancona
L'albero di Natale collocato a Piazza Roma

ANCONA – Sarà un Natale diverso dagli altri. Il Covid, in particolare la curva epidemiologica, segnerà anche la consueta iniziativa del Comune di Ancona che da anni prende il nome di “BiAnconatale“. Dalle indiscrezioni che emergono, in attesa del programma ufficiale, saranno tante le modifiche rispetto al passato dovute, perlopiù, al contesto sanitario. Per evitare assembramenti e rispettare le disposizioni anti-Covid, l’amministrazione comunale è stata costretta a rivedere la sua programmazione evitando di prevedere tutti quegli eventi che hanno contribuito in passato a far respirare a tutta la cittadinanza l’aria di Natale. Il tutto cercando di lanciare un messaggio di speranza, in vista soprattutto del 2021.

Non ci saranno la ruota panoramica, la pista di pattinaggio, i concerti (il palco non dovrebbe essere montato). Allo stesso tempo, in attesa di capire come evolveranno le decisioni governative dopo il 3 dicembre, saranno forzatamente limitati il passeggio per lo shopping e per i regali, gli aperitivi e le cene tipiche del periodo, lo struscio e tutte le serate in piazza del Papa.

L’accensione dell’albero e le luminarie restano confermate e saranno probabilmente l’unico evento confermato nel rispetto di tutti i protocolli. L’abete è già arrivato in piazza Roma, è stato issato e proprio nelle ultime ore è iniziato l’addobbo con le palline e qualche festone. Per la giornata di mercoledì 25 novembre è atteso il comunicato ufficiale del Comune di Ancona a riguardo ma la sensazione è che, inevitabilmente, non sarà un Natale come tutti gli altri.