Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona è pronta, l’11 marzo arrivano gli Harlem Globetrotters

La celebra squadra americana del basket spettacolarizzato a suon di evoluzioni e skills farà tappa nel capoluogo. La presentazione a Palazzo del Popolo

Presentazione
Un'immagine della conferenza stampa

ANCONA- Il basket dello spettacolo. Nel senso più vero del termine. Ancona è pronta per accogliere i leggendari Harlem Globetrotters (squadra in cui, in passato, hanno militato tra gli altri anche Magic Johnson e Wilt Chamberlain), eroi del basket americano e mondiale famosi per le loro abilità nell’esecuzione di alcuni gesti tecnici. L’effetto spettacolare è stato tale da farlo divenire uno spettacolo a tutti gli effetti a suon di skills e canestri. Saranno nel capoluogo l’11 marzo, la prima tappa del tour italiano che toccherà Forli, Varese, Milano, Genova, Verona, Trento e Treviglio.

Partite di esibizione con grande attenzione al divertimento degli spettatori, comprese le famiglie che sono le grandi protagoniste. La tappa anconetana è stata presentata questa mattina (17 febbraio) a Palazzo del Popolo, alla presenza del sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, dell’Assessore allo Sport Andrea Guidotti e della Presidentessa del Consiglio comunale Susanna Dini. Per la squadra erano presenti le guardie Speedy Artis e Flip White

Dopo i saluti di rito e i ringraziamenti da parte di tutti i presenti per aver scelto Ancona tra le tappe principali del loro cammino, si è passati ad elencare alcune novità dello spettacolo. Intanto sono state annunciate nuove evoluzioni, nuove acrobazie e schiacciate, canestri impossibili e record da battere. Inoltre sarà inaugurato il cosiddetto tiro da quattro punti dalla distanza di 9,15mt. Al termine della sfida, nel “Quinto periodo”, a tutti gli spettatori sarà data la possibilità di vedere da vicino i beniamini e interagire con loro.

Fondati nel 1926, si sono sempre contraddistinti per i valori che vanno oltre lo sport, in particolar modo quelli di solidarietà, altruismo e ironia. Nel loro percorso sono stati anche promotori della pace e della fratellanza nel modo e sono stati eletti nella prestigiosa “Basketball Hall of Fame“.