L’arte contamina gli studenti della Politecnica

Lokesh Kovvada studente di Environmental Engineering ha realizzato 34 ritratti di compagni di università “per immortalare il loro sorriso” in una mostra temporanea nei corridoi della Facoltà di Ingegneria

Da sinistra Marco D'Orazio, Lokesh Kovvada, Sauro Longhi, Michele Matè Irene Priorelli e Davide Cesario Bevilacqua.

ANCONA – L’arte ha contaminato anche gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche. Il progetto Polytechne inaugurato a maggio, la mostra diffusa negli spazi dell’università, ha stimolato la creatività di uno studente di Ingegneria del corso Environmental Engineering, Lokesh Kovvada che ha realizzato 34 dipinti diversi, 34 ritratti di altrettanti amici. Le opere realizzate con una tecnica particolare, usando colori a cera e inchiostro, hanno trovato posto negli spazi della facoltà di ingegneria con grande sorpresa di amici, studenti e personale universitario. La sua idea è stata apprezzata dal Rettore Sauro Longhi e dal Preside Marco D’Orazio che hanno accolto questa particolare mostra temporanea.

«Capita di veder sorridere un amico e di voler imprimere quell’attimo per averlo per sempre, per la sua felicità ma anche per la nostra. Così ho pensato a questi disegni che ritraggono persone sorridenti, ecco volevo imprimere quella felicità che viene dal cuore, in un foglio» ha spiegato Lokesh Kovvada.

I ritratti sono stati consegnati, in una piccola cerimonia in rettorato, ad alcuni dei ragazzi protagonisti delle opere e al Rettore stesso, Sauro Longhi, che figura in uno dei quadri, sorridente durante la cerimonia della Lauree in Piazza. All’incontro oltre al Preside D’Orazio c’erano Irene Priorelli che studia scienze biologiche, Michele Matè e Davide Cesario Bevilacqua che invece frequentano ingegneria elettronica. Per realizzare il ritratto del rettore Lokesh ha impiegato 2 giorni e usato l’inchiostro di 4 penne blu.

Intanto la mostra diffusa nelle diverse strutture universitaria dal nome Polytechne continua, il prossimo appuntamento si tiene giovedì 27 giugno, alle ore 11, nel Polo Alfredo Trifogli con una performance artistica e a seguire la  visita guidata delle opere presenti.