Falconara, cambia la viabilità a Villanova: al via la demolizione degli edifici espropriati per il bypass

Per permettere all'azienda di lavorare in sicurezza è stata emessa un'ordinanza che sarà in vigore dal 21 marzo, data di allestimento del cantiere, fino al 5 maggio. Ecco le modifiche

FALCONARA MARITTIMA – Cambia la viabilità a Villanova, per consentire la demolizione delle case espropriate per il bypass. La società Ricciardiello, cui è stata appaltata la realizzazione del bypass ferroviario, ha annunciato a partire dal 21 marzo l’allestimento del cantiere per la demolizione degli edifici espropriati di Villanova, che dovranno essere abbattuti perché interferiscono con il nuovo tracciato.

Per permettere all’azienda di lavorare in sicurezza è stata emessa un’ordinanza che a partire dal 21 marzo vieta il transito in via Flaminia nel tratto compreso tra via Aspromonte e il sottopasso pedonale di Villanova, in fondo alla strada, fatta eccezione dei residenti. È inoltre vietata la fermata su entrambi i lati nel tratto di via Flaminia compreso tra via Calatafimi e il sottopasso pedonale e istituito il doppio senso di circolazione nel tratto di via Flaminia compreso tra via Calatafimi e via Aspromonte. Gli edifici che saranno oggetto di demolizione sorgono ai civici 607, 607 b, 624, 626, 628, 628 b, 630, 630 a, 632 e 632 c.

L’ordinanza, siglata venerdì, resterà in vigore fino al 5 maggio con la possibilità di proroga di 20 giorni in caso di imprevisti. Dal 21 marzo, data di allestimento dei cantieri, trascorreranno alcuni giorni prima dell’avvio delle demolizioni vere e proprie e l’azienda avrà l’onere di avvisare i residenti dei potenziali disagi e di adottare tutte le misure atte a contenere la dispersione di polveri durante i lavori.