Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Assoluti Atletica, Tamberi cresce ancora e supera i 2.35 nel suo Palaindoor

Il saltatore anconetano trionfa sulla pedana di casa facendo registrare una misura da record che conferma l'assoluto stato di forma. Toccante la dedica a fine competizione

Gianmarco Tamberi
Gianmarco Tamberi 2,35 al Palaindoor negli Assoluti

ANCONA- Il Palaindoor porta benissimo a Gianmarco Tamberi. Il campionissimo dorico trionfa negli Assoluti di Atletica, nel salto in alto, in programma oggi (domenica 21 febbraio) nell’impianto anconetano strappando tanti applausi da avversari e tecnici.

Si è trattata di una finale bella e dai molteplici contenuti, nonostante l’assenza di pubblico a causa della normativa vigente in materia di Coronavirus. Oltre a Tamberi ai nastri di partenza si sono registrati regolarmente Sottile, Nava, Lando, Meloni, Luiu, Lemmi, Camuffo, Dal Zilio e Belli confermando le attese in termini di spettacolarità. Per il Gimbo nazionale, attesissimo nella sua prova anconetana, si è trattato di un pomeriggio importante in ottica Europei ma soprattutto Olimpiadi.

Il saltatore anconetano si è preso letteralmente la scena superando via via le varie misure. Alla fine la vittoria è arrivata con il salto a 2,35 metri, uno standard che vale la vittoria ma anche la miglior prestazione mondiale del 2021 indoor. Mica male per un Tamberi mai così in forma che ha tentato anche la scalata al 2.38 fallita solo per qualche dettaglio ma assolutamente alla portata. Adesso bisognerà proseguire su questa strada per dimostrare di essere finalmente pronto per il coronamento di una carriera di primissimo livello. Un traguardo olimpico.

Questo il suo commento arrivato attraverso i social: «In questi giorni ne ho sentite di ogni tipo. Insulti di qualsiasi genere. Ho avuto incubi. Ho pianto. L’urlo dopo il salto riuscito è stato uno sfogo enorme di tutto quello che portavo dentro, so di non aver fatto nulla di male, so chi sono e quali sono i valori che cerco di difendere. Tutto quello che è stato creato poi è un castello mediatico senza alcun senso con l’unico obiettivo di creare odio e notizie per vendere giornali. Grazie a tutti quelli che sanno davvero come stanno le cose, grazie perchè non mi avete mai abbandonato e avete creduto in me».