Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, asili e mense: sospesi i pagamenti. Sosta gratis fino al 3 aprile

I permessi di sosta Residenti rimarranno validi fino al 31 maggio, anziché fino al 30 aprile. Il sindaco Mancinelli e il presidente di M&P Copparo: «Non c’è alcun bisogno di muoversi da casa»

Lo spazio giochi dell'asilo nido
Spazio giochi in un asilo nido

ANCONA – Sospensione del pagamento di rette per asili nido e mense scolastiche, sosta sulle strisce blu gratuita fino al 3 aprile e 40 nuove assunzioni nel comune di Ancona. Sono alcuni dei provvedimenti dell’amministrazione, in questi giorni di emergenza sanitaria causa Coronavirus.

Valeria Mancinelli

RETTE ASILI NIDO E MENSE – «Bambini e ragazzi sono a casa da tempo, – dichiara il sindaco Valeria Mancinelli – non frequentano nidi e scuole e molti servizi sono sospesi. Abbiamo adottato quindi alcuni provvedimenti per dare certezza su pagamenti di rette e mense, nelle nostre strutture pubbliche, e per spostare in avanti nel tempo i pagamenti relativi ai mesi passati».

Per le rette degli asili nido comunali, nessun pagamento è dovuto a partire da marzo. La scadenza dei pagamenti relativi al mese di febbraio è inoltre posticipata al 31 maggio e i tre giorni di chiusura di febbraio, pure contabilizzati, saranno compensati successivamente con la riapertura del servizio. Per le mense scolastiche nessun pagamento è dovuto a partire dal giorno di sospensione del servizi (la scadenza dei pagamenti relativi al mese di febbraio è, anche in questo caso, posticipata al 31 maggio).

PARCHEGGI – Visto il perdurare dell’emergenza sanitaria e, in attuazione delle misure volte a ridurre le occasioni di contagio per cittadini e lavoratori, gli uffici di M&P (Mobilità & Parcheggi) rimarranno chiusi fino a nuova indicazione. Continueranno comunque ad essere aperti tutti i parcheggi in struttura, garantendo un presidio di controllo ed assistenza presso il parcheggio degli Archi. Tutte le altre attività non essenziali sono differite. Inoltre la sosta su strada, dove ci sono le strisce blu, sarà gratuita fino al 3 aprile, salvo ulteriore probabile proroga. Non è quindi necessario aggiornare, variare o rinnovare i permessi di sosta in possesso dell’utenza. Inoltre i permessi di sosta Residenti, rimarranno validi fino al 31 maggio. Non scadranno come ogni anno al 30 aprile, ma saranno utilizzabili fino al 31 maggio 2020. Le ispezioni di verifica agli impianti termici del territorio di competenza M&P sono invece sospese. Solo in caso di effettiva e comprovata emergenza, è possibile chiamare dalle ore 8 alle 20, il numero 071203748 – Control room.

Nella foto: Copparo, Marasca e Mancinelli
Da sin. Copparo, Marasca e Mancinelli

«Non c’è alcun bisogno di muoversi da casa – spiega l’amministratore unico di M&P, Erminio Copparo – per qualsiasi cosa riguardi i permessi di sosta: cambi auto, auto sostitutiva, modifica domicilio e qualsiasi altra variazione. Non serve variare nulla, né fare nuovi permessi: infatti la sosta non si paga, quindi si può tranquillamente starsene buoni a casa, in attesa che passi l’emergenza. Quando tutto sarà finito sarà un piacere per M&P aggiornare, modificare e rilasciare nuovi permessi di sosta. È inutile anche telefonare, al telefono vengono fornite le stesse informazioni. E per il rinnovo dei permessi di sosta dei cittadini residenti, che interessa quasi 12mila anconetani, ci sarà tutto il tempo necessario per rinnovarli. A tempo debito, i titolari verranno avvertiti con mail, sms o lettera».

ANCONA ENTRATE – A causa dell’emergenza Coronavirus, anche gli uffici di Ancona Entrate resteranno chiusi fino al 13 aprile.

NUOVE ASSUNZIONI IN COMUNE – In attuazione del Piano Occupazionale 2020, sono previste a breve circa 40 assunzioni di personale tecnico, amministrativo e Polizia Locale.
Intanto in questi giorni è stata nominata la nuova dirigente del personale, la dottoressa Tiziana Romani, che è entrata in servizio da lunedì 23 marzo. La Romani arriva dal Comune di Pesaro dove era responsabile dell’unità organizzativa programmazione, organizzazione e gestione del personale, anche sotto il profilo contabile e della formazione professionale. Esperta di organizzazione del lavoro, con master sull’innovazione nella Pubblica Amministrazione, è stata selezionata dal sindaco Valeria Mancinelli che, dopo la nomina della dott.ssa Alessandrini e del dott. Panariello, prosegue l’azione di potenziamento della struttura organizzativa del Comune.

Inoltre nella mattina di giovedì 27 marzo si è riunita la Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari del Comune, per la prima volta dallo scoppio dell’emergenza Covid. La riunione si è svolta in video conferenza alla presenza del sindaco Valeria Mancinelli che ha relazionato sulla situazione dell’emergenza nel nostro territorio. Durante l’incontro si è parlato anche delle future modalità telematiche di svolgimento delle commissioni consiliari e del consiglio comunale.

CULTURA – Dopo il segnale lanciato la scorsa settimana al Governo e alle Regioni, e sottoscritto da migliaia di esponenti del mondo culturale, a sostegno del settore in grave crisi per l’emergenza da Covid-19, dodici assessori di altrettante importanti città italiane, tra cui Paolo Marasca, assessore alla Cultura di Ancona,  hanno firmato un documento per rilanciare le richieste di provvedimenti, a supporto dei lavoratori del mondo dello spettacolo e della cultura. «Il settore culturale ha un ruolo di fondamentale importanza per l’indotto che genera nelle nostre città – hanno scritto gli assessori –  e dà lavoro a moltissime persone. Data la delicatezza e l’importanza della questione, abbiamo rilanciato la richiesta di supporto anche ai ministri Franceschini e Catalfo».

Nel documento inviato ai ministri, i 12 assessori hanno espresso apprezzamento per i provvedimenti da entrambi individuati (Fondo Emergenze per lo Spettacolo e il Cinema e Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus Covid-19) e hanno chiesto che gli assessorati competenti le politiche culturali negli enti locali, e in particolare nei Comuni, vengano coinvolti in sede consultiva nel percorso attuativo dei provvedimenti stessi. Oltre a Marasca, gli altri assessori che hanno promosso l’appello sono: Luca Bergamo (Roma), Adham Darawsha (Palermo), Filippo Del Corno (Milano), Eleonora De Majo (Napoli), Barbara Grosso (Genova), Francesca Leon (Torino), Matteo Lepore (Bologna), Paola Mar (Venezia), Ines Pierucci (Bari), Paola Piroddi (Cagliari), Tommaso Sacchi (Firenze).