Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Giuramento degli anconetani”, parte il restauro

L'intervento, che durerà circa quattro mesi, inizia in questi giorno per un costo pari a 40mila euro. A sostenere l'intervento la Coop Alleanza 3.0

"Il giuramento degli anconetani" di Francesco Podesti

ANCONA – Al via il restauro de “Il Giuramento degli anconetani”, l’opera di Francesco Podesti (leggi l’articolo) e un simbolo di Ancona, premiato all’Esposizione universale di Londra del 1851 e a quella di Parigi del 1855. L’intervento, che durerà circa quattro mesi, dovrebbe iniziare in questi giorno per un costo pari a 40mila euro. A finanziare il restauro del quadro, oggi esposto alla Pinacoteca civica del capoluogo, la Coop Alleanza 3.0. L’ente infatti nell’estate del 2017 ha dato vita tra i soci al progetto “Opera tua” con cui, in base alle preferenze ottenute, si voleva sostenere il restauro di uno tra due dipinti (l’altro era “Natura morta con cacciagione” di Joannes Hermans, nella pinacoteca di Ascoli Piceno). Il 68% dei votanti ha scelto però quello del Podesti.

La curiosità
La scena dell’opera si riferisce al 1173. Data in cui Ancona finisce sotto assedio per opera delle truppe di Cristiano di Magonza, luogotenente di Federico Barbarossa, e dalla flotta veneziana sua alleata. L’assedio dura sette mesi, ma la città non si piega e riesce infine a cacciare il nemico.