Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Arriva “Polifemo” e torna il gran caldo

La colonnina di mercurio tornerà a salire: il nuovo anticiclone africano invierà aria calda verso l'Italia e Ancona. La tregua è terminata

ANCONA – Dopo una breve tregua, dal 27 agosto tornerà il gran caldo ad Ancona. Sarà l’anticiclone Polifemo ad inviare aria calda dal deserto verso l’Italia e il capoluogo dorico. Domenica la temperatura percepita sarà di 33 gradi, che diventeranno 35 gradi lunedì 28 agosto. Per la pioggia dunque bisognerà ancora attendere. Non sono infatti previste precipitazioni rilevanti almeno prima della fine di agosto.

Intanto oggi, secondo i bollettini delle ondate di calore emanati dal Ministero della Salute, la temperatura oscilla tra i 19 gradi della mattina e i 29 gradi delle ore 14, ma già domani e sabato le temperature si alzeranno e, nelle due giornate, è infatti previsto “livello 1”, che indica una «condizione di pre-allerta dei servizi sanitari e sociali». Domani e sabato la temperatura massima percepita sarà infatti di 32 gradi.

Bollettino delle ondate di calore, emesso dal Ministero della Salute

Dopo una breve e parziale tregua cominciata nello scorso fine settimana, dunque già si intravede all’orizzonte la settima ondata di calore. Un nuovo assalto dell’alta pressione nordafricana che durerà almeno fino al 29-30 agosto. Potrebbe comunque trattarsi dell’ultima puntata calda di questa stagione estiva rovente, portata questa volta dall’anticiclone algerino-tunisino denominato “Polifemo”.

Fino al 30 settembre è comunque attivo il Progetto Helios per gli anziani con il numero verde del servizio (800.450.020), un call center al quale si può telefonare sette giorni su sette, dalle 9 alle 19, per avere informazioni sui servizi disponibili e le cautele da osservare. La centrale operativa del progetto Helios è la residenza comunale Benincasa (071-206969) che gestisce le chiamate del servizio di telesoccorso e telecontrollo e l’accoglimento delle richieste di trasporto in locali climatizzati e di eventuali segnalazioni relative a stati di particolare disagio degli anziani.