Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Apertura dell’anno francescano, Massimo Cacciari ad Ancona

Il filosofo terrà un incontro sul tema: “L’erranza di San Francesco” mercoledì 10 aprile presso l’Aula Magna di Ateneo “Guido Bossi” del Polo universitario di Monte Dago. L'incontro è il primo di una serie di eventi per ricordare gli 800 anni dalla partenza di San Francesco dal porto di Ancona

Presentazione degli eventi relativi all'anno francescano

ANCONA – Per celebrare gli 800 anni dalla partenza di San Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa, l’arcidiocesi di Ancona-Osimo ha organizzato una serie di eventi, insieme ad altri Enti. Il primo sarà mercoledì 10 aprile alle ore 17.45, presso l’Aula Magna di Ateneo “Guido Bossi” del Polo universitario di Monte Dago, con il filosofo Massimo Cacciari dell’Università “San Raffaele” di Milano che terrà un incontro sul tema: “L’erranza di San Francesco”.

«La partenza dal porto di Ancona di San Francesco – dice l’arcivescovo Angelo Spina – è un evento storico importante. Ci ricorda come vincere la paura e vivere il dialogo, come aprirsi all’incontro e percorrere vie di pace, e l’importanza dell’ecologia ambientale e umana. È necessario difendere la natura e l’incontro tra i popoli per costruire la pace. San Francesco è l’esempio incarnato di come si può dialogare con chi è diverso per cultura, lingua, tradizione e fede. Nelle Marche Francesco è venuto a predicare, ha camminato ed è stato a Fabriano, Staffolo, Osimo, Ancona, Sirolo, Ascoli Piceno. Qui ha incontrato tante persone, tra cui fra Pacifico che ha musicato il Cantico delle Creature. È in questa terra che Francesco ha smosso tante menti e nella prima metà del 1300 è proprio nelle Marche che furono scritti i Fioretti di san Francesco. Il francescanesimo ha segnato questa terra per 800 anni e lo spirito del santo è ancora vivo nella regione».

L’incontro con Cacciari inaugurerà le manifestazioni relative a “2019: Anno francescano nell’Arcidiocesi di Ancona-Osimo”, ma sono tantissime le iniziative organizzare dall’arcidiocesi insieme a Regione Marche, Comune di Ancona, Anci Marche, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, Università Politecnica delle Marche, Camera di Commercio delle Marche, Guardia Costiera, Famiglie francescane. Il dirigente della Regione Marche Raimondo Orsetti ha confermato la «disponibilità della Regione a sostenere questo progetto legato a san Francesco» e l’arcivescovo ha ricordato che questo anno francescano «ci prepara al 2020, quando saranno le Marche a portare l’olio ad Assisi». «Il camminare di Francesco – sottolinea Paolo Marasca, assessore alla Cultura – è simbolo dell’incontro con l’altro e del dialogo. Ancona è fiera di essere il luogo di partenza del santo che si imbarcò per incontrare un’altra cultura».

«L’Università è un porto – dice Sauro Longhi, rettore dell’Univpm – dove le persone si incontrano e si scambiano conoscenze e culture. L’obiettivo delle università è infatti far incontrare le persone e le differenze vanno comprese, studiate e governate. Credo che i valori che la nostra terra esprime, in termini di accoglienza e rispetto reciproco, siano frutto del passaggio di san Francesco». Il presidente dell’Adsp Rodolfo Giampieri sottolinea «l’importanza di ricordare gli 800 anni dalla partenza del santo dal porto. È un fatto non solo anconetano, perché coinvolge tutta la regione e una comunità ampia. Come Adsp stiamo lavorando per identificare dei simboli che possano rimanere nel tempo ed essere segni del passaggio del santo».

GLI EVENTI NELL’ANNO FRANCESCANO:

APRILE

  • 10 mercoledì, alle ore 17.45, nell’Aula Magna dell’Università Politecnica delle Marche (facoltà di ingegneria): “L’erranza di Francesco” con il filosofo Massimo Cacciari

MAGGIO

  •  10 venerdì, al ridotto del teatro delle Muse, alla mattina e al pomeriggio: “San Francesco e Giorgio La Pira: Il Mediterraneo “Grande lago” di pace per “città vive”. Parteciperanno: Franco Cardini, Giuseppe Buffon, P. lbrqahim Faltas, P. Pietro Maranesi, S.E. Mons. Claudio Giuliodori, Mario Primicerio, p. Enzo Fortunato, Maurizio Mangialardi, Sindaco di Betlemme, Sindaco di Firenze, Sindaco di Assisi, Sindaco di Ancona, Giancarlo Galeazzi.

GIUGNO

  •  14 venerdì, dalle 21 alle 22.30: apertura al pubblico del chiostro dell’ex convento di San Francesco ad Alto, esibizione della Corale Voci Bianche “A. Orlandini” dell’l.C. “A. Scocchera” di Ancona.
  • 16 domenica, dalle ore 16.30 alle 22, al Parco di Posatora: Meeting dei popoli “La convivialità delle differenze”. Poesia, musica, cibo e racconti, tavola rotonda.
  • 21 venerdì, alle 21, proiezione del Docufilm “Ottocento anni dalla partenza di San Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa”, presso la sala cinematografica dei cinema Italia o all’aperto. Il Docufilm verrà proiettato anche in una o più città colpite dal terremoto dove San Francesco è passato.
  • 23 domenica, alle 11, santa Messa in diretta su Rai 1 dalla cattedrale di S. Ciriaco, ad ottocento anni dalla partenza di San Francesco dal porto di Ancona per l’Oriente. Tra maggio e giugno è prevista la diretta TV su RAI 1, un sabato mattina nella trasmissione delle ore 8.30 “Dialogo” con Piero Damosso e Padre Enzo Fortunato.

LUGLIO-AGOSTO

  •  Mostra itinerante sui temi del mare: Falconara, Ancona, Sirolo, Numana.
  • 25-31 agosto, Cammino a piedi dei giovani sulle orme di san Francesco nelle Marche: 25 Fabriano Valleremita, 26 Fabriano-Staffolo-Filottrano, 27 Osimo, 28 Numana-Sirolo, 29-30 Ancona, 31 Assisi.

SETTEMBRE

  • 1 domenica Festa del Mare

OTTOBRE

  •  1 martedì: Presentazione del libro di P. Ferdinando Campana: “Itinerari francescani nelle Marche terra dei Fioretti”
  • 4 venerdì: Convegno “L’acqua è la vita, custodiamo il nostro mare”