Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Architettura per la comunità. Alla Politecnica un incontro con TAMassociati

L’università ospita domani ad Ancona l’architetto Simone Sfriso per una conferenza dal titolo “Lavorare ai Confini”. L'appuntamento apre un ciclo di conferenze della Facoltà di Ingegneria dal titolo “Architettura, Forma, Spazio e Costruzione”

La facoltà di Ingegneria ad Ancona

ANCONA – La Politecnica delle Marche ospiterà l’architetto Simone Sfriso, dello Studio TAMassociati, per una conferenza dal titolo “Lavorare ai Confini”. L’incontro si tiene mercoledì 14 novembre, in aula magna al Polo Monte Dago alle ore 14.30. L’appuntamento apre il ciclo di conferenze del nuovo anno accademico della Facoltà di Ingegneria e del Corso di Laurea in Ingegneria Edile Architettura dal titolo “Architettura, Forma, Spazio e Costruzione”. L’evento, organizzato con la partnership dell’Ordine degli Architetti e dell’Ordine degli Ingegneri, esprime la volontà di avvicinare la formazione universitaria degli studenti al mondo professionale.

TAMassociati, nato a Venezia come gruppo di ricerca già negli anni ’80 e attivo come studio dal 1996 con uffici a Venezia, Bologna, Trieste e Parigi, lavora nel panorama internazionale ed è operativo in molti campi, con un impegno civile che spazia dall’architettura sostenibile, attraverso progetti partecipati, all’architettura sanitaria per Emergency in molti paesi del mondo. Taking Care, la visione di cui lo studio si fa promotore, intende l’architettura come servizio alla comunità, nel prendersi cura delle persone, dei luoghi, dei principi e delle risorse. Una architettura «al servizio del bene comune, capace di aumentare il capitale sociale umano e ambientale, limitando l’emarginazione e l’esclusione».

Inserito nell’ADI Design Index 2018 e candidato al prossimo Compasso d’Oro, TAMassociati vanta numerose pubblicazioni nelle principali riviste di architettura di tutto il mondo ed è stato team curatoriale del Padiglione Italia alla 15° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia nel 2016. Per la propria attività professionale, lo studio ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui il premio Aga Khan per l’architettura nel 2013 per il Centro Salam di Cardiochirurgia a Khartoum, il Zumtobel Group Award nel 2014 per la Clinica pediatrica di Port Sudan e il Curry Stone Design Prize nel 2013.
Il team di TAMassociati è composto dai tre fondatori Massimo Lepore, Raul Pantaleo, Simone Sfriso e dai nuovi soci Laura Candelpergher, Annamaria Draghetti, Enrico Vianello. Tra i collaboratori: Marta Gerardi, Emanuela Not, Oliviero Blasetti, Milena D’Acunto, Valentina Milan.