Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona vittima dei vandali, il Comune installa altre 6 spycam

Al via la stretta anti degrado. In arrivo ad Ancona altre 6 spycam nel cuore del centro. Intanto il sindaco proroga l'ordinanza antidegrado

videocamere di sorveglianza
Videocamere di sorveglianza

ANCONA – Si rafforza la task force contro gli atti di vandalismo nel cuore della città. Alle 94 telecamere a circuito chiuso, già installate, se ne aggiungeranno altre 6 volute dall’amministrazione comunale per contrastare il degrado in pieno centro. 

Le spycam

Altri sei occhi puntati nelle zone nevralgiche del centro storico di Ancona, dove recentemente sono avvenuti nuovi episodi di vandalismo. «Una sarà installata nella zona delle Pie Venerini – spiega l’assessore alla sicurezza Stefano Foresi – un’altra ai giardini di via Scosciacavalli e le restanti nelle vie limitrofe che portano alle zone del passeggio. Stiamo per appaltare l’installazione, dunque a breve le telecamere saranno operative». Una misura che punta non solo a monitorare le aree dove spesso si concentra il degrado, ma soprattutto a scoraggiare chi per sfida o per puro divertimento si cimenta in gesta deplorevoli. Come quelle avvenute qualche giorno fa proprio in via Scosciacavalli, dove i teppisti si esibiscono in lanci di bottiglie, schiamazzi, danneggiamenti vari al decoro urbano fino a culminare in aggressioni verbali ai residenti. I condomini, infatti, raccontano di scene fuori dall’ordinario: ragazzi che dormono ubriachi sulla scalinata della via, spesso scambiata per un orinatoio a cielo aperto. Una situazione insostenibile a cui l’amministrazione comunale di Ancona vuole porre rimedio.

L’ordinanza

A completare l’azione preventiva messa in campo dal sindaco Valeria Mancinelli, la proroga dell’ordinanza antidegrado: restrizioni sul consumo di alcol nelle zone del centro e del Piano che avranno come nuovo termine il 31 dicembre. Dunque altri sei mesi di giro di vite per mettere un freno agli atti di vandalismo e ai disturbatori della movida. In tutto il territorio comunale, a partire dalle ore 21 fino alle ore 7 è vietato consumare bevande alcoliche e superalcoliche su aree pubbliche, aree private ad uso pubblico e aree private aperte al pubblico. Stop alle bevute da asporto a mezzanotte, sarà concessa la somministrazione solo a chi è seduto al tavolo. Inoltre per i locali di piazza del Papa e vie limitrofe (via Pizzecolli, Bonda, Aranci, Gramsci, Orefici, Beccheria, Matteotti nel tratto compreso tra via Bernabei e via Zappata) la chiusura resta anticipata alle 2 anziché alle 3. Ed infine divieto di consumo di alcolici su aree pubbliche o aree private ad uso pubblico h24 al Piano, ovvero nel perimetro che ricomprende piazza Ugo Bassi, corso Carlo Alberto, via Pergolesi, il tratto di via Giordano Bruno da via Pergolesi a piazza Ugo Bassi.