Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Vaccini, prenotazioni al via per familiari e caregiver di disabili. Saltamartini: «Over 60 a inizio maggio»

Lunedì 19 aprile apre lo slot di prenotazione per chi si trova ad assistere persone con disabilità. L'assessore alla sanità regionale: «Questa settimana chiudiamo la vaccinazione over 80»

Il centro vaccinale al Paolinelli di Ancona

ANCONA – Da lunedì 19 aprile aprono le slot di prenotazione per la vaccinazione contro il covid-19 dei familiari e dei caregiver (personale che si prende cura) delle persone disabili, mentre per gli over 60 le prenotazioni scatteranno dai primi di maggio.

A fare il punto sull’andamento della campagna vaccinale è l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, in un post sulla sua pagina Facebook. L’assessore fa sapere che «in questa settimana dovremmo chiudere la vaccinazione» degli over 80 che si erano prenotati con la prima dose, un traguardo che verrà raggiunto «tra le prime regioni in Italia», tanto che nei giorni scorsi il commissario per l’emergenza covid, Figliuolo, aveva chiamato il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, «per complimentarsi per il risultato».

Sono 98.788 gli over 80 che hanno ricevuto la prima dose di siero (dato al 14 aprile) e 55.340 quelli che hanno avuto anche la seconda iniezione, mentre a livello domiciliare restano ancora da vaccinare circa 3.000 ultraottantenni.

Saltamartini facendo una panoramica più ampia, spiega che sono 350.948 le persone che si sono prenotate per essere vaccinate e di queste 279.061 hanno ricevuto la prima dose, su 1milione e 200.000 marchigiani da vaccinare. In questa settimana dovremmo chiudere la vaccinazione di questo target a livello domiciliare.

L’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini

Intanto da lunedì 19 aprile aprirà lo slot di prenotazione, sulla piattaforma delle Poste e sul numero verde, per i familiari e per chi assiste le persone disabili e «dopo qualche giorno» spiega Saltamartini inizieranno anche le prime inoculazioni per questa categoria. Nelle Marche «sono 99.000 – afferma l’assessore -, ma nel frattempo 1.600 hanno ricevuto il vaccino in vari Ospedali».

Stando a quanto scrive Filippo Saltamartini «anche la categoria dei disabili marcia speditamente. Sono 140.000 e il piano prevede un’accelerazione per chiudere entro la fine del mese».

Per quanto riguarda invece le persone con età compresa nella fascia 60-69 anni «circa 200.000 persone» queste verranno vaccinate «all’inizio di maggio» dal momento che «i sieri di aprile, circa 210.000, non coprono» queste fasce di età. Lo slot di prenotazione è già pronto, precisa l’assessore regionale alla Sanità, ma «partirà in prossimità dell’effettiva vaccinazione».

Intanto nelle Marche è arrivata una nuova fornitura di 38mila dosi di vaccini contro il covid-19 della Pfizer – Biontech, mentre tra oggi e domani sono attese circa 4mila dosi di AstraZeneca e forse la prima fornitura di 4.400 dosi circa di Johnson&Johnson, il siero monodose che in una unica somministrazione consentirà di immunizzare completamente chi lo riceve ma che al momento è bloccato in attesa del pronunciamento dell’Ema, dopo la sospensione precauzionale degli Stati Uniti per alcuni casi di trombosi. Vaccino, il Johnson&Johnson, che dunque potrebbe anche non essere consegnato.

«I rifornimenti, per il momento, sono regolari – assicura l’assessore alla Sanità – anche se il piano degli arrivi per maggio e giugno ancora non è stato comunicato. Si dovrebbe trattare di un rifornimento massiccio di 600-700.000 dosi».