Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Vaccinazione in farmacia, slittato l’avvio: sono 125 le aderenti nelle Marche

La campagna di vaccinazione nelle farmacie è stata rimandata di qualche giorno. A darne comunicazione è il presidente Federfarma Andrea Avitabile. Intanto sono partite le prenotazioni

ANCONA – Ci sarà ancora qualche giorno da attendere prima che la vaccinazione nelle farmacie prenda avvio. La campagna che avrebbe dovuto aprirsi il 14 giugno «è stata rimandata di almeno una settimana» spiega Andrea Avitabile, presidente regionale di Federfarma, che precisa, «stiamo aspettando la circolare che dia il via agli ordini».

Intanto le prenotazioni sono state avviate, mentre la fornitura delle dosi di siero anti-covid dipenderà dall’età delle persone che si stanno prenotando: in base alle ultime disposizioni del ministero AstraZeneca è indicato per gli over 60 e le Marche hanno equiparato alle stesse indicazioni anche il Johnson & Johnson visto che si tratta di un vaccino a vettore virale. In ogni caso nelle farmacie possono prenotarsi per la vaccinazione tutte le fasce d’età attualmente ammesse, ovvero dai 12 anni in su.

Gli appuntamenti vengono fissati direttamente nelle farmacie aderenti, telefonicamente o recandosi di persona. Nelle Marche sono 125 le farmacie che finora hanno aderito alla campagna di vaccinazione anti Sars-CoV2, ma già nei prossimi giorni ulteriori adesioni potrebbero arrivare. Le farmacie utilizzeranno il sistema unico regionale di Poste Italiane per registrare la vaccinazione e dovranno fissare l’appuntamento anche per la seconda dose. 

«Con la collaborazione delle farmacie che hanno svolto i corsi di formazione e adottato tutti i necessari protocolli di sicurezza – spiega l’assessore alla Salute Filippo Saltamartini – potenziamo ulteriormente la campagna vaccinale con una particolare attenzione per quei cittadini che non si sono ancora vaccinati, soprattutto quelli sopra i 60 anni, ma potrebbero farlo con il supporto del farmacista. L’obiettivo della Regione è raggiungere quanto prima l’immunizzazione di massa. Il traguardo che abbiamo tagliato nei giorni scorsi di un milione di dosi somministrate ci fa ben sperare».

Per vaccinarsi in farmacia occorre compilare il consenso informato e rispettare tutte le disposizioni previste anche nel caso di vaccinazione nei punti territoriali, ovvero, non aver avuto negli ultimi 14 giorni contatti stretti con persone affette da covid-19 e non avere febbre superiore a 37,5°. 

Exit mobile version