Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Uscita Nord dal porto di Ancona, confermato il finanziamento. Mancinelli: «Buona notizia»

Il collegamento a Nord tra la Strada Statale 16 allo svincolo di Torrette e il porto di Ancona è stato definitivamente inserito all’interno del Contratto di Programma ANAS-Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile

ANCONA – Confermato il finanziamento all’uscita Nord dal porto di Ancona. A dare la notizia la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli. Il collegamento a Nord tra la Strada Statale 16 allo svincolo di Torrette e il porto di Ancona è stato definitivamente inserito all’interno del Contratto di Programma ANAS-Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIMS) approvato il 27 luglio, nel corso dell’ultima seduta del Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (CIPES), confermando così il finanziamento all’opera viaria. L’assegnazione finanziaria è di 99.610.000 euro, che corrispondono al costo stimato dell’opera.

«E’ una ulteriore buona notizia» commenta Valeria Mancinelli nel sottolineare «che arriva pochi giorni dopo l’annuncio dell’inizio dei lavori per il raddoppio della Statale 16. Sono interventi strategici per il miglioramento della logistica dei trasporti, della sicurezza stradale e della vivibilità dell’ingresso Nord della città e in particolare del quartiere di Torrette».

L’intervento riguarda la realizzazione di un collegamento stradale di circa 3,3 chilometri, il cui obiettivo è quello di  redistribuire i traffici e decongestionare le aree urbanizzate di Ancona e quelle poste lungo via Flaminia, interessando l’area portuale con riflessi diretti e indiretti sulle attività logistiche e sulla intermodalità.

Nella scheda di progetto si legge che «la riorganizzazione della rete consente la creazione di corridoi integrati con affiancamento a infrastrutture autostradali e ferroviarie con razionalizzazione dell’uso del territorio e conseguente rigenerazione urbana» e con «l’incremento della sicurezza mediante la realizzazione di un collegamento diretto e con corsie organizzate tra la SS16 e il porto».