Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, uscita a nord dal Porto: la Confartigianato auspica un fronte unitario anche delle forze politiche

Confartigianato preme sull'acceleratore, Pierpaoli rivolge un invito a evitare inutili polemiche e ad operare unitariamente nell’interesse della più grande azienda delle Marche e della città di Ancona

ANCONA – Marco Pierpaoli, segretario generale di Confartigianato Imprese Ancona–Pesaro Urbino, che ha lanciato durante il summit sul porto tenutosi in Confartigianato un invito all’unità di tutte le componenti e riproposto durante l’incontro promosso dal sindaco Mancinelli, rivolge ora un invito alle forze politiche ad operare unitariamente nell’interesse della più grande azienda delle Marche e della città di Ancona.

Secondo Confartigianato le Istituzioni, le Associazioni economiche ed i sindacati hanno già dichiarato l’unità sostanziale per ottenere la realizzazione dell’uscita a nord dal porto prima delle Torrette. «La grande viabilità – aggiunge Gilberto Gasparoni,  responsabile infrastrutture e trasporti della Confartigianato – va immediatamente realizzata collegando il Porto (il cosiddetto ultimo miglio) come garantito nel recente Summit del Sindaco Mancinelli con il Ministro De Micheli, alla A 14».

«Sul collegamento a Nord non possiamo più attendere, c’è un progetto concreto realizzato dall’ANAS in primavera – ha aggiunto il Presidente territoriale di Confartigianato di Ancona Paolo Longhi – e vanno evitati ulteriori ritardi. Confartigianato chiede la disponibilità vera del Ministro De Micheli e di tutte le forze politiche affinchè l’ANAS concluda velocemente il lavoro di progettazione per dare il via alle procedure per l’indizione delle gare di appalto necessarie».

Confartigianato quindi auspica che il consiglio comunale aperto sia un’occasione non solo per monitorare lo stato di avanzamento del piano di riprofilatura della costa a nord di Ancona ma anche per verificare l’iter burocratico dei lavori in capo all’Anas e per lanciare un forte messaggio di unità delle forze politiche anconetane.

«Vanno evitate inutili polemiche divisive, inviando un forte messaggio che tutti, ma proprio tutti, vogliono l’uscita a nord dal porto con collegamento alle SS16 prima di Torrette, presto per collegare l’autostrada del mare alla grande viabilità; impegnandoci tutti per il prosieguo dell’iter burocratico dei tre progetti che compongono il collegamento porto casello A 14 nord e cioè la realizzazione riprofilatura della costa a nord, l’uscita dal porto e la quarta corsia sulla SS 16 tra Torrette e Castelferretti».