Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

“Un libro per l’ambiente”, ecco i vincitori di questa edizione

I 200 giovanissimi in giuria hanno assegnato il premio del concorso di editoria, ormai alla 21esima edizione, a “Il cacciatore di sogni” di Sara Rattaro per la sezione narrativa e “Per un pugno di ghiande: le specie invasive che assaltano la terra” di Papik Genovesi e Sandro Natalini per la divulgazione scientifica

ANCONA- Una giuria di 200 ragazzi ha assegnato la vittoria del Premio nazionale “Un libro per l’Ambiente” ai due testi “Il cacciatore di sogni” di Sara Rattaro (A. Mondadori Editore) per la sezione narrativa e “Per un pugno di ghiande: le specie invasive che assaltano la terra” di Papik Genovesi e Sandro Natalini (Editoriale Scienza) per la divulgazione scientifica.

Il concorso di editoria, ormai giunto alla 21esima edizione e promosso da Legambiente e La Nuova Ecologia, ha l’obiettivo di portare tra i banchi di scuola le tematiche ambientali e la voglia di partecipare attivamente e consapevolmente al cambiamento. I libri premiati affrontano il tema del coraggio di scegliere per raggiungere un obiettivo e il rischio di estinzione delle specie animali.

«Il concorso Un Libro per l’Ambiente è diventato un laboratorio di osservazione e crescita della cultura scientifica ambientale dei ragazzi e ha assunto sempre più importanza nella diffusione delle tematiche legate all’ambiente» ha dichiarato Marcella Cuomo, coordinatrice del progetto nelle Marche.

Nel corso della mattinata di festa, che si è svolta presso le Scuola Primaria Maggini ad Ancona, circa 100 studenti della scuola, in rappresentanza della giuria di oltre 200 ragazzi che in questi mesi ha valutato un totale di 67 testi candidati, ha partecipato con entusiasmo alla proclamazione dei vincitori assieme agli autori dei testi finalisti che hanno letto durante l’anno scolastico. La giuria ha, inoltre, affidato il premio per la miglior coerenza grafica-testo a Tre in tutto” di Davide Calì e Isabella Labate (Ed. Orecchio Acerbo) e ha segnalato i testi “La mia mano” di F. Aziz (Ed. Artebambini) e “I fiori della piccola Ida” di H.C. Andersen e D. Murgia (Edizioni corsare) come meritevoli di una menzione speciale.

La giuria di esperti ha anche ritenuto molto stimolante la lettura dei seguenti testi: “Guerrieri di sogni” di V. Mazza, (A. Mondadori Editore), “Giallo il Palo” di S. Dema e M. Riva (Edizioni Gruppo Abele). Novità di quest’anno è stata l’assegnazione del Premio Speciale alla carriera al maestro Franco Lorenzoni per la sua storia professionale ed umana di innovatore dell’educazione e per il suo costante impegno in difesa dei diritti dei più piccoli.

Sono intervenuti all’evento: Alessandro Zepponi, Regione Marche, Maria Grazia Conti, servizi scolastici ed educativi del Comune di Ancona, Marcella Cuomo, coordinatrice del progetto nelle Marche, gli autori e i rappresentanti delle case editrici dei testi finalisti Silvia Bonanni, Federico Caprari, Papik Genovesi, Sara Rattaro, Miroslav Kosuta, Margherita Parrelli, Sandra Dema, Alberto Lenares e Fuaz Aziz, Massimiliano Riva.