Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Trenta nuovi mezzi per Conerobus. A bordo dei nuovi autobus euro 6

I mezzi per l’extraurbano entreranno in servizio nei prossimi giorni, altri 19 veicoli di ultima generazione scenderanno in strada in autunno. I nuovi bus sono stati acquistati con fondi europei e statali, per un importo complessivo di circa 7 milioni di euro

Autobus

ANCONA – Conerobus rinnova il parco mezzi. Undici nuovi autobus euro 6 verranno impiegati nell’extraurbano e saranno operativi nei prossimi giorni. Altri 19 veicoli, destinati alla rete urbana, sono in arrivo ed entreranno in servizio tra settembre e ottobre. Questi trenta nuovi bus per la mobilità di Ancona e provincia sono stati acquistati con fondi europei e statali, per un importo complessivo di circa 7 milioni di euro. In programma, in futuro, anche l’acquisto di due bus elettrici per il servizio urbano, uno per la linea 30 verso Torrette, l’altro per la linea 12 (centro storico).

Pedana per i disabili

I nuovi bus sostituiranno i vecchi veicoli euro 0 ed euro 1 e, in particolare, entro l’autunno, tutti gli euro 0 verranno rimpiazzati, in linea con la nuova normativa che ne prevede il divieto di circolazione a partire dal primo gennaio 2019. Con i bus euro 6 infatti le emissioni nocive vengono ridotte drasticamente. Gli 11 autobus per il servizio di trasporto extraurbano sono lunghi 13 metri e dotati, tra l’altro, di pedana per disabili, avvisatori acustici per i non vedenti, sistema di videosorveglianza interno e di autospegnimento in caso d’incendio. L’obliteratrice è all’entrata vicino alla porta anteriore, in modo che l’autista possa controllare l’obliterazione dei biglietti, e per chi vuole comprare i biglietti a bordo, l’autista ha un dispositivo che gli permette di emettere i ticket.

Obliteratrice vicina alla porta anteriore

«I nuovi autobus – afferma il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – rappresentano un’importante tappa del processo di rinnovamento del parco mezzi, su cui la società ha intenzione di continuare ad investire. Stiamo già definendo i futuri acquisti per altri bus che arriveranno nel 2019 e nel prossimo futuro puntiamo anche a dotarci di mezzi elettrici». «L’acquisto degli autobus – sottolineato l’assessore ai Trasporti, Ida Simonella – è un bellissimo segnale per gli utenti ed è importante per Conerobus, perché, dopo anni in cui ci si è concentrati fortemente sul raggiungere come azienda un equilibrio di bilancio, cosa non semplice, perché partivamo da una situazione particolarmente difficile, ora possiamo riprendere gli investimenti e garantire ai cittadini un servizio sempre più di qualità».

Telecamere all’interno del nuovo autobus euro 6

Conerobus non acquistava nuovi veicoli da oltre 5 anni e ora, dopo aver lavorato duramente per dare stabilità ai propri conti, si sta concentrando sul rinnovo della flotta, tra i punti cardine della strategia di gestione aziendale. L’obiettivo è di abbassare l’età media del parco mezzi, ridurre i costi di manutenzione, migliorando nel contempo gli standard qualitativi con notevoli benefici per gli utenti e sull’ambiente. I primi 11 veicoli verranno presentati alla cittadinanza, domani, mercoledì 18 luglio, alle 19, al Monumento ai Caduti, dove si terrà il taglio del nastro con le autorità locali. Seguirà il concerto di Beppe e la Swing Band, complesso di cui fanno parte anche autisti di Conerobus. L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna della commissione europea Eu in my Region, che prevede, tra l’altro, open day alla scoperta di progetti realizzati con l’apporto dell’Europa.

Oltre al rinnovo del parco mezzi, continua la lotta all’evasione. Dopo la sperimentazione dei tornelli sulla linea N che collega Ancona ad Osimo, prossimamente saranno utilizzati sulla linea I che collega il capoluogo con Polverigi e Jesi. Inoltre continua la sperimentazione nelle linee 91, 92, 21 e 33 con l’obbligo di salire dalla porta anteriore e mostrate il biglietto o l’abbonamento all’autista.