Banco Marchigiano conto giovani
Banco Marchigiano conto giovani
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona-Osimo

Gruppo Api

Ancona, toto assessore in Comune: salgono le quotazioni di Antonella Andreoli

La giunta dovrebbe essere ufficializzata la prossima settimana. Resta il rebus dell'incarico alla Cultura che dovrebbe andare a una donna

Antonella Andreoli
Antonella Andreoli

ANCONA – Nell’attesa che la nuova giunta del Comune di Ancona venga ufficializzata, probabilmente la prossima settimana, forse anche entro la fine di questa, il toto-assessore continua a imperversare, tra nomi che si confermano tra i candidati con maggiori probabilità di ricevere l’incarico e new entry di candidati che attendono sostegni e conferme nei prossimi giorni per entrare a far parte di quella che sarà la giunta Silvetti. Al momento l’unico ad avere certezza di far parte della nuova giunta, in virtù dell’accordo di apparentamento sottoscritto con il sindaco Daniele Silvetti, è il giovane Marco Battino, che ricoprirà il ruolo di assessore alle politiche giovanili e all’università. Altrettanto certi di un ingresso in giunta, al momento, sembrano essere Giovanni Zinni e Angelo Eliantonio per Fratelli d’Italia, Manuela Caucci per Ancona Protagonista e Daniele Berardinelli per Forza Italia. Sono questi cinque i più accreditati a un ruolo di assessore.

Poi ci sarebbero anche Stefano Tombolini, candidato sindaco con il centrodestra alle precedenti elezioni comunali del 2018, e Antonella Andreoli per Lega Salvini. Quest’ultima ha visto impennarsi le sue quotazioni, negli ultimi giorni, e andrebbe dunque ad ampliare le quote rosa in giunta insieme a una tra Orlanda Latini e Patrizia Serangeli, entrambe di Fratelli d’Italia, al pari di Angelica Lupacchini, che però per la sua poca esperienza in questo campo sembrava essere stata accantonata. Ipotesi, però, non da escludere. Le più accreditate per contendersi un ruolo da assessore sarebbero dunque Orlanda Latini, al momento funzionaria della Regione Marche, e Patrizia Serangeli, docente. Poi però ci sarebbero anche Francesco Bastianelli, secondo più votato per Fratelli d’Italia con 500 preferenze dietro solo a Giovanni Zinni, e Arnaldo Ippoliti, consigliere comunale uscente che con Ancona Protagonista ha ottenuto 493 preferenze: uno dei due potrebbe andare a ricoprire il ruolo di presidente del consiglio comunale, ma l’altro potrebbe trovare posto in giunta. Resta il rebus che riguarda l’incarico di assessore alla cultura, che però dovrebbe essere tecnico, dunque non affidato a uno dei nomi precedenti e dovrebbe andare a una donna, per completare il quadro al femminile della prossima giunta Silvetti.