Chiedeva offerte al semaforo ma era un clandestino. Rumeno “pizzicato” ad Ancona

L'uomo, un 47enne, aveva precedenti per reati contro il patrimonio. Nonostante fosse già stato espulso dall'Italia, era rientrato in maniera irregolare. I poliziotti lo hanno individuato ieri pomeriggio (14 giugno) a Torrette, durante un blitz per controllare le persone che bivaccano vicino ai centri commerciali

Blitz delle Volanti a Torrette

ANCONA – Blitz delle Volanti della Questura di Ancona a Torrette tra i bivacchi nei pressi dei centri commerciali. L’operazione, nell’ambito di un’attività di controllo straordinario del territorio, fortemente voluta dal Questore Claudio Cracovia, è stata messa a segno ieri pomeriggio (14 giugno) intorno alle 16,30. Obiettivo, identificare quelle persone borderline, tra legalità e illegalità, che bivaccano nelle vicinanze dei centri commerciali del quartiere.

Durante il maxi controllo, i poliziotti delle Volanti, guidati dalla dirigente Cinzia Nicolini, hanno identificato un 47enne rumeno che nella zona del semaforo di via Conca chiedeva offerte agli automobilisti.

Le Volanti della Polizia

Gli agenti lo hanno accompagnato in Questura per l’identificazione e qui hanno scoperto che sul rumeno gravava già un decreto di espulsione dal territorio nazionale. Inoltre l’uomo, che aveva precedenti penali per reati contro il patrimonio, era rientrato in Italia e si era stabilito ad Ancona.

Il rumeno, oltre ad essere denunciato per il rientro clandestino in Italia, è stato accompagnato dalla polizia a Roma, presso il centro di identificazione ed espulsione, per il rimpatrio definitivo.