Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Test salivari nelle scuole delle Marche: ecco tutto quello che c’è da sapere

Nella nostra regione i test salivari verranno eseguiti su 852 alunni delle scuole primarie e su 536 studenti delle scuole secondarie di secondo grado, ogni quindici giorni

ANCONA – Sono 106.796 gli studenti di primaria e secondaria di primo grado che dal 15 settembre torneranno sui banchi di scuola. Su una porzione di questa popolazione scolastica verrà eseguito il monitoraggio settimanale con i test salivari, per evitare il rischio di un ritorno alla dad (didattica a distanza).  

I test molecolari salivari indagano l’eventuale presenza di tracce del Covid nella saliva, cercando il materiale genetico del virus, il campione viene poi analizzato in laboratorio e una eventuale positività andrà confermata con il tampone molecolare.

L’obiettivo è quello di intercettare in maniera tempestiva eventuali cluster che metterebbero a rischio la prosecuzione delle lezioni in presenza, facendo finire gli studenti in quarantena. Le Marche saranno tra le Regioni che avvieranno da subito questo monitoraggio che verrà eseguito con cadenza quindicinale.

Nella nostra regione i test salivari verranno eseguiti su 852 alunni delle scuole primarie (elementare) e su 536 studenti delle scuole secondarie di secondo grado (medie), ovvero 1.388 studenti (numerosità campionaria quindicinale) su una popolazione studentesca di 2.315 da invitare al test (1.423 della primaria e 892 della secondaria di primo grado). L’adesione è su base volontaria.

I test sono già arrivati nell’hub regionale dell’Inrca di Ancona ed è in corso, proprio in queste ore la distribuzione dei tamponi salivari nelle diverse Aree Vaste della regione: 280 test per ogni Area Vasta.

Nella prima fase del monitoraggio la raccolta dei campioni salivari verrà eseguita dal personale sanitario, ma successivamente i test, già dal mese di novembre, potrebbero essere affidati direttamente alle famiglie. I test saranno analizzati in laboratorio.

L’Istituto superiore di sanità ha chiesto alle Regioni di impegnarsi a ruotare i ragazzi testati ogni mese nella fascia d’età 6 – 14 anni, per cui quelli coinvolti complessivamente saranno quasi 2.400. Le scuole sentinella, ovvero quelle interessate dal monitoraggio sono in fase di definizione, provincia per provincia. 

In provincia di Ancona sono 274 i test quindicinali da eseguire nelle scuole primarie e 168 nelle secondarie di primo grado, nell’Ascolano rispettivamente 107 alle elementari e 70 alle medie, nel Fermano 91 nelle primarie e 59 nelle secondarie di primo grado. In provincia di Macerata verranno eseguiti 174 test salivari alle elementari e 107 alle medie, mentre nel Pesarese, 206 alla primaria e 132 nelle secondarie di secondo grado.

Sul fronte dei trasporti, nodo cruciale per la didattica in presenza, fino a fine anno sono programmati fino a 169 autobus aggiuntivi giornalieri sulle tratte scolastiche, a questi si aggiungeranno oltre 1 milione di km aggiuntivi di servizio fino alle vacanze natalizie.

Il controllo a bordo dei bus, dove il Green pass non è richiesto e si viaggerà all’80% della capienza (in zona bianca e gialla), sarà eseguito da 150 steward oltre che da agenti della Polizia Locale, che vigileranno anche alle fermate dei mezzi, per scongiurare il rischio di assembramenti.