Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Stefano Tombolini è il candidato sindaco del centrodestra

L’accordo sottoscritto dai dirigenti locali per la sua candidatura e per la formazione di una coalizione con gli esponenti delle liste civiche fanno riferimento a Tombolini, è stata approvata dai vertici nazionali di Lega, Fratelli D'Italia e Forza Italia

ANCONA- Stefano Tombolini è il candidato sindaco del centrodestra alle prossime elezioni amministrative. Dopo l’ok dei vertici nazionali di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, è arrivata l’ufficialità. L’accordo sottoscritto dai dirigenti locali per la sua candidatura e per la formazione di una coalizione con gli esponenti delle liste civiche che fanno riferimento a Tombolini, è stata approvata.

«Esprimiamo forte soddisfazione per aver ricevuto la conferma dell’ottimo lavoro che abbiamo svolto in questi mesi di trattative, sino alla sottoscrizione dell’accordo politico/programmatico con il candidato a Sindaco che potrà dare nuove speranze ai tanti cittadini esclusi in questi anni dalla programmazione del futuro di Ancona a favore dei soliti gruppi di potere e dei soliti referenti di un PD oramai in caduta libera» commentano Angelo Eliantonio, portavoce comunale Fratelli d’Italia, Carlo Ciccioli, portavoce regionale Fratelli d’Italia, Daniele Berardinelli, coordinatore provinciale Forza Italia, Antonella Andreoli, coordinatrice comunale Forza Italia, Milco Mariani, segretario provinciale Lega e Marco Bevilacqua, segretario comunale Lega.

A contendersi il governo della città saranno quindi Stefano Tombolini per il centrodestra, il sindaco uscente Valeria Mancinelli, candidata del centrosinistra, Daniela Diomedi del Movimento 5 Stelle (manca ancora l’ufficialità) e Francesco Rubini di Altra Idea di Città. «Tombolini candidato sindaco di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Bene, si dissolvono gli ultimi dubbi: Altra Idea di Città è l’unica proposta politica civica, autonoma, innovativa e partecipata di questa tornata amministrativa anconetana.
Saremo Davide, contro tanti Golia» commenta Rubini.