Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Scuola e trasporti, il prefetto di Ancona agli studenti: «Importante rispettare le regole anti covid»

Il prefetto di Ancona Darco Pellos, rivolge un invito agli studenti in vista della ripresa delle lezioni in presenza che prenderanno avvio il 15 settembre

Il prefetto di Ancona Darco Pellos

ANCONA – «È importante rispettare le regole previste dalla normativa anti Covid, sia all’interno del sistema scolastico, che sui mezzi di trasporto». È il messaggio rivolto agli studenti marchigiani dal prefetto di Ancona Darco Pellos, in vista della ripresa del nuovo anno scolastico.

Dal 15 settembre gli studenti marchigiani torneranno sui banchi di scuola e in questi giorni, prima della ripresa delle lezioni in presenza, in Prefettura ad Ancona, si sono tenuti una serie di vertici con le Istituzioni e le forze dell’ordine per fare il punto sull’organizzazione dei trasporti, nodo cruciale per garantire la prosecuzione delle lezioni in aula.

Capillare l’attività di monitoraggio, fortemente voluta dal prefetto del capoluogo Darco Pellos, che ha attivato un tavolo permanente, proprio per monitorare costantemente la sicurezza sul fronte dei trasporti pubblici che trasferiranno ogni giorno gli studenti a scuola.

Nel corso dell’ultimo tavolo, tenutosi il 6 settembre, è stato disposto il rafforzamento dei controlli alle fermate e a bordo dei bus, da parte degli steward e degli agenti di Polizia Locale, messi a disposizione dai Comuni: l’obiettivo è quello di scongiurare il rischio di assembramenti che possano veicolare una diffusione del virus.

Ma intanto il prefetto rassicura sul fatto che dal confronto con le Istituzioni del territorio, emerge un «atteggiamento di serenità e tranquillità» in vista della ripresa del nuovo anno scolastico. Grazie agli interventi governativi, i servizi di controllo con gli steward hanno ottenuto le risorse finanziare per essere coperti, e i mezzi in zona bianca e gialla potranno viaggiare all’80% della capienza massima. Condizioni che presuppongo, appunto, ad una ripresa all’insegna dei migliori auspici.

I comportamenti individuali però restano fondamentali nella battaglia contro il Covid-19 e a tal riguardo il prefetto di Ancona ricorda agli studenti l’importanza di «utilizzare i dispositivi di protezione individuale» come la mascherina, di rispettare il distanziamento di almeno un metro e di curare l’igiene delle mani.

Pellos ricorda che il rispetto delle normative anti Covid assicurano la protezione degli stessi studenti dal rischio di contrarre il virus. «I ragazzi devono comprendere che le regole garantiscono la libertà, e non vanno intese come un elemento oppressivo», accanto a questo il prefetto di Ancona rimarca anche l’importanza del «rispetto delle persone e dei coetanei» sottolineando che il rispetto rappresenta «uno dei valori più importanti che possiamo trasmettere alle nuove generazioni».

Infine fa sapere che i comportamenti tenuti dai ragazzi a bordo dei mezzi di trasporto pubblico, qualora dovessero risultare non idonei o addirittura arrivare ad atti di vandalismo «saranno oggetto di valutazione in ambito scolastico», tramite la segnalazione dei gestori dei mezzi di trasporto pubblico agli Istituti scolastici.

© riproduzione riservata