Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Scuola: da Acquaroli a Mangialardi, gli auguri della politica

Anche i candidati governatori hanno voluto incoraggiare studenti e insegnanti nel primo giorno di ripresa del nuovo anno scolastico. Ecco il loro messaggio

ANCONA – Grembiuli colorati, zaini pieni di libri e di sogni, il batticuore tipico delle nuove avventure e il bacio di mamma e papà sulla fronte. È così che oltre 200 mila studenti marchigiani questa mattina sono tornati sui banchi di scuola per affrontare un nuovo anno scolastico denso di incognite. Anche il mondo della politica ha voluto rivolgere loro il proprio augurio: da Francesco Acquaroli a Maurizio Mangialardi, i candidati in corsa per la poltrona da presidente della Regione Marche si sono rivolti ai bambini e ragazzi, ma anche agli insegnanti e ai presidi per incoraggiarli nella complessa ripresa.

Francesco Acquaroli

«Da oggi i nostri ragazzi possono finalmente tornare a scuola – scrive Francesco Acquaroli (centrodestra) – . Un saluto a tutti gli studenti, che rappresentano il futuro della nostra regione, e all’intero corpo docente che li ha accolti in questa giornata con la passione e l’impegno che quest’anno così particolare richiede ancor di più. È necessaria, oggi più che mai, una visione progettuale, senza la quale ogni impiego di risorse non avrebbe senso. La scuola deve riappropriarsi di quel ruolo centrale che ha sempre avuto per le famiglie e per la nostra società: una sfida per il nostro territorio che porteremo avanti senza esitazione».

Maurizio Mangialardi

«Finalmente si torna a scuola – dichiara Maurizio Mangialardi (centrosinistra) – un grande grazie agli insegnanti, ai dirigenti scolastici e a tutto il personale che si è prodigato per consentire questa riapertura e anche a tutti i sindaci che hanno fatto uno sforzo immane per restituire gli edifici a seconda delle indicazioni che sono arrivate dal Ministero. Un grande augurio ai ragazzi e alle ragazze, sarà ancora un pò complicata, ma insieme ce la faremo». Mangialardi ha rivolto un augurio speciale ai bambini che si apprestano a frequentare il primo anno della scuola primaria: «Il futuro è loro, non deludiamoli, siamo con loro. Tanti auguri a tutti, buon anno scolastico».

Giovanni Gostoli

Ad unirsi al coro c’è anche il segretario regionale del Pd Giovanni Gostoli: «Il talento più grande da coltivare è la curiosità – scrive -. Siate finestre, non specchi: aprite testa e cuore. Non sarà un autunno semplice, perché il virus non è ancora sconfitto e le incertezze sono ancora tante. Serve ancora molta responsabilità e prudenza, ma ce la faremo. Vogliamo ripartire dai bisogni concreti, sostenendo la conoscenza dei nostri figli e proteggendo le famiglie, tutelando il lavoro dei genitori. È per questa ragione che ci impegniamo per dare l’asilo nido gratis alle famiglie con un reddito Isee fino a 40 mila euro.
Così come vogliamo garantire il diritto allo studio al 100%. Migliorare il trasporto scolastico. Più investimenti nell’edilizia scolastica per scuole sicure, belle e “green” con l’efficientamento energetico. Per le sfide nuove che le Marche hanno di fronte il vero elemento di crescita sarà nel capitale umano. Bisogna quindi investire nella scuola e nell’istruzione che sono fondamentali per lo sviluppo della persona, della società e del rilancio economico e competitivo della nostra regione. Le Marche della conoscenza, del sapere e del saper fare, per offrire alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi tutti gli strumenti per cogliere al meglio le opportunità per realizzare i loro progetti di vita. Bentornata a scuola, Marche».

Riccardo Augusto Marchetti e Matteo Salvini

In tour con Matteo Salvini nelle Marche, anche il segretario regionale della Lega, Riccardo Augusto Marchetti ha rivolto il suo augurio agli studenti: «Dalla scuola nasce il futuro del nostro Paese – ha dichiarato in una nota il commissario della Lega Marche – e auguro a tutti i giovani marchigiani di poter cominciare al meglio questo anno scolastico, seppur, a causa del governo, si tratti in realtà di una falsa partenza. L’incapacità gestionale dell’esecutivo e del Ministro Azzolina, è ormai tristemente nota, i nostri ragazzi sono rientrati in aula ma mancano insegnanti di sostegno, in molti istituti anche banchi, mascherine e gel igienizzante. Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia e incrementate dall’incompetenza di chi avrebbe dovuto garantire una ripartenza vera- ha concluso Marchetti – oggi tanti ragazzi torneranno a riappropriarsi di una quotidianità importante che gli consentirà di rivivere una parziale normalità: a loro va il più grande in bocca al lupo».

Da sinistra Gianluca Busilacchi e Massimo Montesi

«Desidero rivolgere il più caro augurio ai bambini e ai ragazzi che da questa mattina sono tornati a scuola – dichiara Massimo Montesi, coordinatore regionale di Articolo Uno – . Una ripresa, quella del nuovo anno scolastico, che rappresenta un importante segnale di speranza e di ripresa della normalità, anche se ancora segnata dalla pandemia. Il nostro futuro sono le nuove generazioni, è a loro che dobbiamo dedicare tutto il nostro impegno, così come al mondo della scuola, incubatore di talenti e dei professionisti del futuro. Un pensiero va anche agli insegnanti che svolgono un ruolo cruciale nel plasmare le menti dei nostri giovani e nell’indirizzarli alla scoperta del loro percorso. Dobbiamo riporre fiducia nei nostri bambini e ragazzi, ma anche nei loro docenti, nei presidi e nel personale che lavora nella scuola. Per superare questa crisi serve una grande alleanza, dobbiamo essere tutti uniti e sostenere i nostri giovani che oggi con grande emozione sono tornati a costruire il loro domani. Siete la nostra speranza e il nostro futuro, vi saremo sempre vicini».

«In questo anno un po’ strano, inizia così, come è stato per tutti, un percorso di vita, con il passo dolce e timido di una bambina che varca entusiasta la soglia del suo primo anno di scuola – dichiara Emanuele Prisco, commissario di Fdi per le Marche. Nonostante le mascherine, i distanziamenti e le altre novità (più o meno di buon senso), sarà la magia della scoperta e della conoscenza, dell’esperienza, delle amicizie disinteressate, dei successi e delle sconfitte a fare di te la donna che ti auguro di diventare. Auguri di buon inizio dell’anno scolastico a Flavia, a tutti i bambini e i ragazzi di questa nostra Nazione, che prendono il testimone del futuro. Auguri a tutte le mamme e i papà che, come me, oggi si sono un po’ commossi».