Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Sanità e terza corsia. Acquaroli: «Autunno di novità». E per la ricostruzione preoccupano i costi delle materie prime

Il governatore delle Marche fa il punto sui diversi fronti di impegno della giunta. Tra le priorità anche la realizzazione degli ospedali di Macerata e San Benedetto

Francesco Acquaroli, presidente Regione Marche

ANCONA – «Saranno un’estate e un autunno importanti per la Regione Marche, stanno arrivando a definizione molte novità». Così in un post sulla sua pagina Facebook il governatore, Francesco Acquaroli.

«La riforma della legge 13 per la riorganizzazione degli enti del sistema sanitario – spiega -, il nuovo piano socio-sanitario che nascerà dallo studio del fabbisogno, per erogare al meglio tutti i servizi. Sarà il periodo in cui si dovranno definire le scelte sulla A14 e la terza corsia, sulla nuova linea ferroviaria adriatica e sulla realizzazione degli ospedali di Macerata e San Benedetto, oltre che Pesaro».

Il governatore facendo il punto sui numerosi fronti di impegno, aggiunge «prenderanno definitivamente forma Atim e Svem, la programmazione europea e le politiche per i borghi. Stanno procedendo tutte queste progettualità e molte altre, come gli interventi per il rilancio delle imprese e lo sviluppo economico».

Acquaroli esprime preoccupazione «per gli incrementi dei costi energetici e delle materie prime, che potrebbero rallentare la ricostruzione e la rigenerazione delle zone colpite dal sisma del 2016 che ancora non riescono a vedere pienamente la luce».

Intanto però «prende forma quell’idea di Regione che abbiamo raccontato in campagna elettorale e che quotidianamente stiamo realizzando. Più coesi, consapevoli e organizzati. Ad ottobre – conclude – saranno passati due anni dal nostro insediamento alla guida della Regione e, nonostante il difficilissimo contesto dovuto alla pandemia prima e oggi alle conseguenze della crisi internazionale, sta nascendo una storia nuova».