Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ruota panoramica iniziati i lavori. Su Facebook la petizione per dire “no”

La Soprintendenza e il geologo incaricato dal Comune di Ancona, hanno dato parere positivo all'installazione dell'attrazione per il periodo di Natale in piazza Cavour. Intanto sul social network è partito l'appello lanciato dalla consigliera pentastellata, Daniela Diomedi

Lavori di scavo in piazza Cavour (Foto: Daniele Berardinelli)
Lavori di scavo in piazza Cavour (Foto: Daniele Berardinelli)

ANCONA- A luglio 2016 piazza Cavour liberata dai cantieri e finalmente riqualificata. Oggi, a poco più di un anno dall’inaugurazione, transenne e reti verdi occupano nuovamente il lato su via Frediani. Sono infatti iniziati i lavori di scavo per le ultime verifiche all’installazione della ruota panoramica alta 30 metri, l’attrazione principale delle prossime feste di Natale. La Soprintendenza ha dato il suo nullaosta sotto il profilo paesaggistico monumentale ma richiede un’adeguata verifica archeologica preventiva per la tutela del sito. Parere positivo anche da parte del geologo incaricato dal Comune di effettuare uno studio di fattibilità.

Nella sua relazione il dott. Chielli ha sottolineato che «l’installazione della ruota panoramica è subordinata alla realizzazione di opportuni basamenti in grado di ridurre/ridistribuire le sollecitazioni sul terreno». Ecco quindi che il dirigente del Comune Giacomo Circelli, con una determina ha affidato i lavori per verificare la presenza di reperti archeologici alla ditta Baldini di Camerano con la supervisone archeologica della cooperativa ArcheoLab di Macerata. Gli scavi da effettuare coprono una superficie di circa 145,00 mq per 1,20 m circa di profondità. Al Comune questa ulteriore indagine costerà circa 8.500 euro.

Intanto su Facebook è partita la petizione “No alla ruota panoramica in piazza Cavour” lanciata dalla consigliera del Movimento 5 Stelle, Daniela Diomedi. «Piazza Cavour è stata di recente oggetto di un costoso restauro e riteniamo non sia opportuno il posizionamento dell’attrazione in questo sito, per giunta “delicato” dal punto di vista geologico ed archeologico. Se proprio devono,decidano di posizionarla altrove!!!!» si legge nella petizione che in meno di 24 ore ha già raccolto 300 firme.