Ancona, rapina con coltello sul bus. Colpevole rintracciato e arrestato dalla Squadra Mobile

Si tratta di un 50enne nordafricano che aveva puntato il fendente contro una bambina di due anni lo scorso 28 agosto per spingere la madre a farsi consegnare la borsa. L'uomo è stato arrestato dagli agenti risaliti a lui dal telefonino che aveva venduto come usato

ANCONA – È stato rintracciato e arrestato il rapinatore che la mattina del 28 agosto scorso aveva rubato uno smartphone e il portafogli a una donna che si trovava a bordo del bus di linea urbana 1/4 insieme alla figlia di 2 anni.

Si tratta di un 50enne nordafricano che è stato rintracciato ed arrestato per rapina aggravata dai poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, guidati da Carlo Pinto, al termine di una attività investigativa. Il criminale che aveva preso di mira la donna l’ha avvicinata poco prima che scendesse dal mezzo, e puntando un coltello sul corpo della bambina, l’ha minacciata per farsi consegnare la borsa. La donna terrorizzata ha consegnato al rapinatore tutti i suoi averi e l’uomo, dopo averle sottratto portafogli e cellulare, è sceso dal bus e si è dato alla fuga facendo perdere le sue tracce.

Gli agenti della Squadra Mobile sono arrivati al criminale dal telefonino che l’uomo aveva messo in vendita come usato in un negozio dove era stato acquistato da un cliente ignaro della vicenda. La donna aveva infatti sporto denuncia negli uffici della Squadra Mobile della Questura di Ancona. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, dopo l’analisi dei tabulati telefonici, autorizzata dall’Autorità Giudiziaria, hanno permesso di individuare l’uomo che è stato arrestato. Il provvedimento è stato convalidato questa mattina (10 settembre) dal giudice che ha disposto la custodia cautelare in carcere.