Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Qualità della vita: Ancona nella top 20 d’Italia

Dodicesima posizione per il capoluogo dorico nel report realizzato da Italia Oggi, ma si vive meglio nelle città del nord-est. Mancinelli: «L'indagine mette in luce punti di forza e punti di debolezza che ci confortano, ma al contempo spronano a fare sempre meglio»

Una panoramica di Ancona

ANCONA – La città di Ancona si assesta dodicesima nella classifica generale sulla qualità della vita realizzata da Italia Oggi e pubblicata oggi sul noto quotidiano economico. Ancona si piazza in questa buona posizione ovviamente con punti di maggiore forza ed altri di minore impatto. Tra quelli di forza l’ottimo piazzamento su sanità, ambiente, start up e PMI innovative. I punti guadagnati sono dovuti al terzo posto della classifica relativa al sistema salute.

Valeria Mancinelli, sindaco di Ancona

«Chiaramente le classifiche, l’ho sempre detto, lasciano il tempo che trovano – afferma il sindaco Valeria Mancinelli – ma di certo il buon posizionamento sul fronte del sistema salute conferma la vocazione di questo territorio, in particolare per alcune eccellenze del suo sistema sanitario che ha diversi fiori all’occhiello, tra i quali ricordo il Salesi. Per il resto la foto scattata dalla indagine mette in luce punti di forza e punti di debolezza che ci confortano, ma al contempo spronano a fare sempre meglio e ci confermano che la strada intrapresa, quella degli investimenti per la riqualificazione di alcune zone della città, è quella giusta».

Il report ha preso in considerazione otto macro settori: Affari e lavoro, Ambiente, Criminalità, Disagio Sociale, Popolazione, Sistema salute, Tempo libero e Tenore di vita. Non solo Ancona, anche le province di Ascoli Piceno e Macerata si sono piazzate nelle prime venti, con performance crescenti. Poi c’è Pesaro che è salita dal 38esimo al 35esimo posto, mentre Fermo è crollata dalla posizione numero 29 di un anno fa e si è piazzata al 56esimo posto.

Sul podio della qualità della vita 2018 si sono invece piazzate Bolzano, Trento e Belluno, che già occupavano i primi tre posti nel 2017, a conferma della solidità delle posizioni di vertice ormai raggiunta dalle città del nord-est. Più nel dettaglio i risultati dell’indagine confermano e approfondiscono una tendenza già emersa negli anni scorsi: la qualità della vita in Italia è caratteristica delle piccole e medie città del nord-est e, in misura minore, del centro. Dall’indagine è emerso che la città ideale ha mediamente 100mila abitanti, esattamente la popolazione del capoluogo dorico, mentre le grandi città occupano i posti più bassi della classifica: Milano è al 55esimo posto, Torino al 78esimo, Roma all’85esimo e addirittura Napoli al 108esimo.