Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona e il mondo del pugilato in lutto per la morte di Massimo Consolati

È stato uno dei migliori pugili marchigiani del dopoguerra. Si è spento all'età di 85 anni dopo una lunga malattia

Massimo Consolati

ANCONA- Il mondo dello sport e in particolare il pugilato è in lutto per Massimo Consolati, ex campione italiano, scomparso oggi, ad Ancona, all’età di 85 anni, dopo una lunga malattia. Nato ad Ancona, nel rione San Pietro 85 anni fa, Consolati iniziò la sua carriera a 23 anni.

Durante la sua gloriosa carriera è stato campione italiano dei pesi superleggeri, quando nel 1966 a Senigallia riuscì a battere per Kot al 10° round niente meno che il futuro campione del mondo Bruno Arcari. Dal 1960 al 1973 ha combattuto da professionista disputando 87 match vincendone 50; sul ring ha sfidato i più forti campioni del suo tempo Carrasco, Arcari, Lopopolo, Velasquez, Armestead Torres. Serio e scrupoloso durante la preparazione, era capace di boxare con tecnica ed estrema potenza. Unanime il cordoglio nel mondo sportivo ed in particolare del pugilato marchigiano.
I funerali si terranno domani, mercoledì 29 giugno, nella Chiesa del Pozzetto a Tavernelle.